Torna indietro

Ferragosto in giallo

Ferragosto in giallo
11,90 -15%   14,00 

Ordina ora per riceverlo venerdì 30 giugno. 

24 punti carta PAYBACK
Brossura:
274 Pagine
Editore:
Sellerio Editore Palermo
Pubblicato:
27/06/2013
Isbn o codice id
9788838930744

Descrizione

"La vita andava avanti lo stesso, spietata e inutile come quei giorni di agosto". C'è un morto sulla spiaggia con una siringa in vena: Montalbano, con Livia a Vigàta per il Ferragosto, sospetta una montatura, scopre il colpevole ma viene scavalcato. Un milionario russo è stato assassinato nel resort non lontano dal BarLume: il Barrista e i Vecchietti cercano la donna. Una rapina in banca finisce quasi in una strage: il vicequestore Rocco Schiavone gioca un po' sporco, come al solito. Nel cuore afoso delle ore piccole, una splendida fuggitiva irrompe nella Casa di ringhiera: tutto in una notte per il vecchio De Angelis con la sua auto feticcio e, dietro, il corredo di equivoci sarcastici da ballatoio. Un attentato nel ricco mondo dell'industria vinicola siciliana: Baiamonte, steso sulla sdraio, indaga per noia. Una pistola da collezione ha ucciso la moglie del commissario Carreras e ogni indizio accusa il marito: Petra Delicado e Fermin Garzon scommettono sul vero amore. Da Salvo Montalbano a Petra Delicado, gli investigatori degli autori presenti in questa raccolta hanno poderose personalità, tanto da riempire ampiamente lo spazio dei loro casi, non meno di quanto lo facciano gli intrecci in cui capitano. Da questa osservazione nasce l'idea di misurarne, appunto, la personalità, impegnandoli alla prova di occasioni speciali, di feste comandate e di giornate in cui di solito tutti vorrebbero liberarsi dei ruoli ufficiali.

La nostra recensione

Le stagioni cambiano, cambiano le festività ma sembra proprio che i detective nostrani (più la gradita e illustre ospite spagnola) non ne vogliano sapere di mettere il cervello a riposo sotto a un ombrellone, mentre tutti a Ferragosto si dedicano al meritato relax estivo. Per i nostri eroi del giallo mediterraneo il lavoro, invece, non manca, anzi gli piomba addosso quando meno se lo aspettano nelle più svariate e inimmaginabili situazioni. Classica lettura estiva, Ferragosto in giallo riprende la formula delle due precedenti raccolte di racconti gialli (Natale e Capodanno) che hanno avuto uno straordinario successo. Una lettura gradevole e rilassante che non tradisce le attese e che con qualche variazione sul tema ripropone i personaggi a cui i lettori italiani si sono affezionati in questi anni. Da un Montalbano giovane trattenuto a Vigàta da un morto sulla spiaggia con grande scorno di Livia, ai terribili vecchietti del BarLume che tra un pettegolezzo e una maldicenza indirizzano il buon Massimo alla soluzione di un omicidio; dall’anomala rapina in banca che permette allo schivo e un po’ inquietante Rocco Schiavone di concedersi un’avventura fuori programma, all’irruzione di una bellissima e discinta ragazza nella casa di ringhiera del vecchio Luis (con inseguimento in BMW fuori programma); e poi il neo-detective Baiamonti, fresco d’esame per il patentino, che con la sua bella Rosa tra una sdraio e una degustazione enogastronomica trova il tempo di scoprire il colpevole di una strana esplosione sulla spiaggia, per finire con l’ospite, Petra Delicado, che con la collaborazione del fido Fermín riesce a smontare un complotto contro un collega indagato per l’omicidio della moglie. Anche questo è un modo per renderci più familiari i personaggi usciti dalla fantasia di questi autori di successo; per renderli ancora più umani, calati in situazioni occasionali che mettono a dura prova il loro equilibrio, il loro senso di responsabilità e, perché no, a volte anche il loro intuito.
Antonio Strepparola