Torna indietro

Harry Potter e la maledizione dell'erede. Parte uno e due. Ediz. speciale Scriptbook

Harry Potter e la maledizione dell'erede. Parte uno e due. Ediz. speciale Scriptbook
16,83 -15%   19,80 

Ordina ora per riceverlo lunedì 2 ottobre. 

34 punti carta PAYBACK
Rilegato:
368 Pagine
Editore:
Salani
Pubblicato:
24/09/2016
Isbn o codice id
9788869187490

Descrizione

Harry Potter e la Maledizione dell’Erede è ufficialmente l'ottavo libro della serie ideata da J.K. Rowling. La nuova storia viene pubblicata in Italia il 24 settembre 2016, a otto anni di distanza da quello che si credeva fosse il libro finale della serie, ossia Harry Potter e i Doni della Morte, uscito in Italia nel 2008.

In La Maledizione dell’Erede, è passato molto tempo dai giorni dei Doni della Morte: Harry Potter non è più un ragazzo ma un padre di famiglia con 3 bambini e ha un impiego, piuttosto noioso, al Ministero della Magia. A suo figlio, Albus Potter, in particolare, spetta la difficile successione della dinastia di maghi.
Davvero non possiamo svelare nulla di più, perché, come dice la Rowling, "bisogna sempre mantenere i segreti". Possiamo solo aggiungere che in questa nuova avventura troveremo, oltre alla famiglia di Harry, anche i compagni di una volta divenuti adulti e genitori: Hermione, Ron (sposati e genitori di Rose Wesley) e Draco Malfoy - il quale a sua volta ha un figlio, Scorpius, destinato a salire con il giovane Albus e Rose sull'Hogwarth Express...


Harry Potter e la Maledizione dell’Erede è innanzitutto uno spettacolo teatrale, diviso in due parti, in scena a Londra per la prima volta, il 30 luglio 2016. La storia è stata scritta da J.K. Rowling con lo sceneggiatore Jack Thorne e il regista dello spettacolo, John Tiffany. Da quei testi è stato tratto questo libro, un pezzo davvero imperdibile per chiunque abbia i sette romanzi della saga.

La recensione del libraio

Aprire Harry Potter e la Maledizione dell’Erede è un po’ come tornare a casa dopo un lungo viaggio. Sai cosa ti aspetta, non vedi l’ora di tornarci ma, dentro di te, sai comunque che qualcosa è cambiato. E’ questa la sensazione che ho avuto leggendo questa nuova avventura del maghetto più famoso di tutti i tempi.
Temporalmente la situazione coincide a grandi linee con il termine dell’ultimo romanzo. E qui nasce la curiosità di qualunque potteriano: cos’è successo dopo? ¿Ed ecco che sentiamo sbuffare di nuovo il treno’Hogwarts Express, probabilmente più eccitati noi delle magiche matricole. Ci si ritrova a correre per i corridoi di Hogwarts, vecchie conoscenze tornano a farci sorridere di nostalgia ed è come se Hogwarts non se ne fosse mai andata.
Credo che l’abilità di John Tiffany e Jack Thorne sia stata proprio questa: inserire all’interno del romanzo gli elementi necessari a rievocare i ricordi passati, marmorizzati nella mente del lettore. Aggiungere troppo o cercare di esagerare, non sarebbe sicuramente stato apprezzato.
A mio parere è un’opera (è pur sempre teatro) ben riuscita, che sicuramente non sovverte l’esito della saga così come tutti la conoscono, ma credo abbia dato quel “non-so-che” di cui il pubblico aveva bisogno. Lo zampino della cara J.K. Rowling credo si senta soprattutto nella seconda parte ma, fidatevi, chiuderete il libro solo dopo averlo finito. Non riuscirete a staccarvi.

Susanna Amoroso, Mondadori Bookstore Gallarate (MI)

Questo libro fa parte de I consigli dei librai dei Mondadori Store