Torna indietro

Americani. Un grande paese si racconta in prima persona

Americani. Un grande paese si racconta in prima persona
9,00 -55%   20,00 

Ordina ora per riceverlo lunedì 27 agosto. 

18 punti carta PAYBACK
Brossura:
486 Pagine
Editore:
Rizzoli
Pubblicato:
16/09/2008
Isbn o codice id
9788817025294

Descrizione

Ogni cucina, negozio, strada di una città statunitense è un volto. Ogni volto una storia. Ogni storia un tassello del grande mosaico che è l'America. Bisogna partire dal basso e dal passato per raccontare un Paese, attraverso l'esperienza e gli occhi dei singoli individui, quelli che non compaiono nei capitoli della storia ufficiale, ma che ne sono i veri interpreti. Nei cunicoli fumosi delle grandi città, nelle praterie desolate, nei paesini di frontiera, donne e uomini della strada sono inconsapevoli protagonisti della miseria e della grandezza del loro tempo. Nella caparbia ascesa di Wallace, da contadino ad amministratore delegato di una fiorente industria alimentare, si riflette il sogno americano. Nel rancore di C.P. Ellis, figlio di un Sud derelitto che cerca il proprio riscatto nel Ku Klux Klan, rispuntano radici sotterranee dell'odio razziale. E nelle testimonianze di Doc il gangster, Jerome il fotografo dell'alta società, Betty l'infermiera di guerra, Kid l'imbroglione, Eva l'affittacamere e mille altri riecheggiano i sogni e le illusioni di tutta una generazione di migranti e della successiva, quella dei soldati. Sono loro la storia, la testimonianza e la memoria degli Stati Uniti. Alle loro parole Studs Terkel, maestro ormai quasi centenario della storia orale del suo Paese, ha dedicato una vita intera, raccogliendole nel suo programma radiofonico e nei suoi libri. Componendo le autobiografie minime che popolano queste pagine, Terkel traccia il ritratto sfaccettato e profondo di un intero secolo americano, dalla Grande depressione alla fine della Guerra fredda. La sua è una storia orale memorabile, una polifonia di voci che ricorda la poesia quotidiana di "Spoon River" e in cui ritroviamo gli immensi spazi, i grandi ideali, la gente semplice dell'America che abbiamo tutti nel cuore.