Torna indietro

Campo Tizzoro e la società metallurgica italiana. L'utopia di un paese fabbrica (1910-1946)

Campo Tizzoro e la società metallurgica italiana. L'utopia di un paese fabbrica (1910-1946)
14,25 -5%   15,00 

Ordina ora per riceverlo lunedì 19 aprile. 

28 punti carta PAYBACK
Rilegato:
264 Pagine
Editore:
I.s.r.pt Editore
Pubblicato:
31/01/2019
Isbn o codice id
9788861440616

Descrizione

«La forza di questa fabbrica è nella qualità dell'operaio Smi», dirà Salvatore Orlando il giorno dell'apertura del Museo ricordando il suo avo. La Fabbrica di munizioni della famiglia di industriali Orlando si impianta nella Montagna pistoiese a inizio Novecento, sconvolgendo equilibri presenti da secoli e legati ad attività e ritmi lavorativi tradizionali, ma nell'arco di qualche generazione si fa spazio nell'identità culturale della popolazione fino a diventarne parte integrante. Principale fonte di lavoro per la popolazione della zona e una delle maggiori industrie del pistoiese, i lavoratori si identificano con essa e con i suoi successi, indipendentemente dalla loro opinione riguardo le cause della fine di questa utopia: per loro resta l'orgoglio di averne fatto parte, di esserne stati studenti e operai. L'autrice ripercorre parallelamente la storia di questa fabbrica di munizioni e della Montagna pistoiese, degli Orlando e di Campo Tizzoro, dell'utopia che ne ha tenuto uniti i destini per quasi un secolo, tra guerre mondiali, lotte e Resistenza, toccando i vari temi che via via essa interseca. Il villaggio operaio di Campo Tizzoro è emblema di tutto ciò.