Torna indietro

Confessioni di uno stalker pentito. Una storia vera

Confessioni di uno stalker pentito. Una storia vera
11,20 -30%   16,00 

Ordina ora per riceverlo mercoledì 19 maggio. 

22 punti carta PAYBACK
Brossura:
201 Pagine
Editore:
Dalai Editore
Pubblicato:
17/01/2011
Isbn o codice id
9788860738431

Descrizione

"Ho vissuto per vederla morire e di notte non sognavo altro, solo la sua morte avrebbe messo fine alla mia sofferenza", confessa Angelo e, tranne i nomi dei personaggi e dei luoghi, tutto in questa storia è realmente accaduto. Angelo e Maria hanno una relazione che dura solo qualche mese. Quando lei lo lascia senza una ragione, lui non si rassegna all'abbandono e si trasforma in persecutore. Lo scopo della sua esistenza diventa restituirle il male ricevuto: vivere acquista un senso solo se riesce a minacciarla, offenderla, pedinarla, tormentarla. Per Maria è l'inizio di un lungo periodo di terrore, perché la fine di un amore può anche diventare il peggiore degli incubi. Angelo, dopo essere stato fermato una mattina all'alba con in mano un coltello, lungo la strada che porta a casa di Maria, consumato dalla rabbia e dal dolore, tenterà di uccidersi. Sarà un parente della donna che porrà fine a questa ossessione, indirizzandolo a uno psicologo dell'Osservatorio nazionale sullo stalking. Comincia così la rinascita di Angelo che confessa senza reticenze la sua esperienza di stalker, descrivendo nei dettagli quali meccanismi e stati d'animo lo hanno portato a perseguitare e a progettare di uccidere Maria. Grazie alla terapia psicologica, affrontando un faticoso percorso di cura, riesce a immergersi in se stesso e a dare il giusto peso alla propria sofferenza e alla persona che l'ha causata. Ora è in grado di accettare la perdita di Maria. Ma ne resta il rimpianto.