Torna indietro

Donne «di carta». L'editoria per bambini nell'Italia del secondo Novecento

Donne «di carta». L'editoria per bambini nell'Italia del secondo Novecento
19,00 -5%   20,00 

Ordina ora per riceverlo mercoledì 19 maggio. 

38 punti carta PAYBACK
Brossura:
172 Pagine
Editore:
Progedit
Pubblicato:
30/09/2017
Isbn o codice id
9788861943483

Descrizione

Il contributo reso in Italia alla letteratura per l'infanzia, a partire dagli anni Sessanta, da alcune figure femminili, le "signore dell'editoria". Rosellina e Francesca Archinto, Orietta Fatucci, Loredana Farina, Emanuela Bussolati, Patrizia Zerbi Monti, Antonella Vincenzi, si raccontano, come donne e come professioniste, tra interviste e analisi dei cataloghi delle case editrici che dirigono. Dalle loro parole e dal loro operato emerge un frammento significativo di storia dell'editoria per l'infanzia e di pedagogia della lettura italiana. Il lavoro sembra fare proprie la riflessione e l'invito che Annamaria Tagliavini fece sull'argomento in un testo per un volume dedicato all'avventura editoriale di Francesca Archinto: "Esiste un 'catalogo delle virtù' - o meglio delle virtuose - che hanno fatto grande l'impresa culturale nell'Italia dal dopoguerra a oggi in un ambito particolare, come l'editoria? Non mi pare, credo anzi sia arrivato il momento di cominciare a scrivere questa lunga lista di donne che hanno operato da protagoniste nell'impresa editoriale". Vivendo, come scrive Laura Lepetit, storica fondatrice della Tartaruga Edizioni, avventure "quasi tutte di carta".