Torna indietro

Durer. Ediz. illustrata

Durer. Ediz. illustrata
5,90

Ordina ora per riceverlo lunedì 10 ottobre. 

12 punti carta PAYBACK
Illustrato:
52 Pagine
Editore:
Giunti Editore
Pubblicato:
22/12/1998
Isbn o codice id
9788809760127

Descrizione

Erasmo da Rotterdam, nel "Dialogus de recta Latini Graecique sermonis pronunciatione", apparso nel 1528 (proprio l'anno in cui Dürer morì), metteva a confronto le possibilità espressive della parola e della pittura. In un paragone con Apelle, il più famoso pittore dell'antichità, egli collocava Dürer al di sopra del maestro greco perché questi, secondo lui, aveva bisogno del colore per creare le proprie opere, mentre Dürer era in grado di dare espressione a tutto il tangibile e l'intangibile con delle semplici linee nere. Questo giudizio di Erasmo, da intendere senz'altro come un elogio, determina ancora oggi la valutazione dell'arte di Albrecht Dürer: egli è tuttora considerato in primo luogo un maestro dell'arte grafica. Nessuno però si è mai dato la pena di svelare quale fosse lo scenario in cui nacque questa valutazione. Erasmo, come la maggioranza dei suoi contemporanei, conosceva dell'artista quasi esclusivamente le xilografie e le incisioni su rame. I dipinti, sparsi per mezza Europa, si potevano trovare solo nelle chiese. I suoi numerosi ritratti, poi, erano pressoché inaccessibili, essendo in possesso di chi si era fatto ritrarre o della sua famiglia; e gli acquerelli rimanevano tutti occultati nelle cartelle dell'artista