Torna indietro

Ebraismo, sionismo e antisemitismo nella stampa socialista italiana. Dalla fine dell'Ottocento agli anni sessanta

Ebraismo, sionismo e antisemitismo nella stampa socialista italiana. Dalla fine dell'Ottocento agli anni sessanta
19,00 -5%   20,00 

Ordina ora per riceverlo lunedì 2 novembre. 

38 punti carta PAYBACK
Brossura:
251 Pagine
Editore:
Marsilio
Pubblicato:
13/02/2008
Isbn o codice id
9788831794527

Descrizione

Nel corso di un secolo il rapporto tra il socialismo italiano e il mondo ebraico è stato molto intenso. I grandi momenti dell'esperienza ebraica dell'età contemporanea hanno costituito materia di riflessione e di analisi della stampa socialista. L'affaire Dreyfus e la nascita dell'antisemitismo politico in Europa, le origini del sionismo e le vicende dello Stato d'Israele, la politica razziale fascista e la shoah, la partecipazione degli ebrei ai movimenti rivoluzionari e l'antisemitismo nell'Unione Sovietica hanno costituito problematiche di grande rilievo per la cultura e la politica del socialismo italiano. I saggi raccolti in questo volume ricostruiscono le cronache, le immagini, le interpretazioni fornite su questi temi dai principali organi della stampa socialista italiana dalla fine dell'Ottocento agli anni sessanta. Sullo sfondo delle vicende politiche, si delinea il rapporto tra due culture e due identità, emerge il ruolo svolto dal socialismo nella costruzione dell'immagine degli ebrei nella società italiana, si chiarisce il contributo offerto per rendere l'esperienza storica dell'ebraismo contemporaneo una componente essenziale di una società democratica.