Torna indietro

Famiglie comuniste. Ideologie e vita quotidiana nell'Italia degli anni Cinquanta

Famiglie comuniste. Ideologie e vita quotidiana nell'Italia degli anni Cinquanta
26,00

Ordina ora per riceverlo martedì 28 settembre. 

52 punti carta PAYBACK
Brossura:
333 Pagine
Editore:
Il Mulino
Pubblicato:
03/11/2010
Isbn o codice id
9788815139450

Descrizione

Nel dopoguerra italiano, cattolici e comunisti avevano quanto meno un'idea in comune sulla famiglia: che essa fosse la cellula prima della società, da fare oggetto della più grande attenzione. Basato sulla lettura e l'analisi di una quantità sterminata e non di rado divertente di testimonianze, memorie, pubblicistica dell'epoca, questo saggio racconta la posizione elaborata dal Pei sulla famiglia e la situazione concretamente vissuta dai militanti. Trasformatosi alla fine della guerra da partito di rivoluzionari di professione in partito di massa, il Pei abbracciò un modello di famiglia e una morale del tutto tradizionali. Al tempo stesso però la supremazia dell'identità politica poneva limiti precisi al privato: la famiglia veniva dopo il partito. Nel corso del decennio tuttavia, come l'autrice mostra rileggendo in particolare il settimanale dell'Udì «Noi donne», emerge un intenso dibattito soprattutto in merito alla posizione della donna (sul divorzio, il controllo delle nascite, il lavoro femminile) che in parte prepara la strada a quella critica della famiglia che segnerà il Sessantotto.