Torna indietro

Frisèddi ri carajèsima. La poesia satirica in vernacolo teggianese di Gaetano D'Elia

Frisèddi ri carajèsima. La poesia satirica in vernacolo teggianese di Gaetano D'Elia
19,00 -5%   20,00 

Ordina ora per riceverlo mercoledì 4 novembre. 

38 punti carta PAYBACK
Brossura:
304 Pagine
Editore:
Edizioni Dell'ippogrifo
Pubblicato:
21/08/2018
Isbn o codice id
9788831995061

Descrizione

"Frisèddi ri carajèsima" ("Biscotti di Quaresima"), un libricino di poche decine di pagine che raccoglie ventuno sonetti di satira anticlericale scritti, in vernacolo, dal medico e umanista teggianese, Gaetano d'Elia, tra il 9 di maggio del 1886 e il 9 di febbraio del 1888. L'autore, attraverso la parafrasi del testo e la sua analisi dal punto di vista fonomorfologico, prosodico, metrico e strutturale, disvela un fine straordinario poeta dotato di una vena artistica non comune, capace di coniugare a livelli altissimi le strutture ritmiche e melodiche dell'endecasillabo e della parlata vernacolare teggianese. Lo studio dei contenuti e la decodificazione del contesto storico, politico e culturale in cui nasce e si sviluppa lo scontro con il vescovo di Teggiano consentono di ricostruire anche i tratti più significativi del pensiero di questo illustre dianèse, sorretto da profonda poliedrica cultura e fine arte oratoria.