Torna indietro

Fuoco e furia. Dentro la Casa Bianca di Trump

Fuoco e furia. Dentro la Casa Bianca di Trump
18,70 -15%   22,00 

Ordina ora per riceverlo lunedì 30 aprile. 

37 punti carta PAYBACK
Rilegato:
374 Pagine
Editore:
Rizzoli
Pubblicato:
13/02/2018
Isbn o codice id
9788817102933

Descrizione

Nel novembre 2016, l'elezione di Donald Trump alla presidenza degli Stati Uniti dà il via a un vero uragano nella politica americana, il più violento dai tempi del Watergate. Per documentarne gli effetti, Michael Wolff, giornalista di Washington che già durante la campagna elettorale aveva frequentato il quartier generale di Trump, si installa sui divani della Casa Bianca e osserva da vicino, "come una mosca sul muro", le azioni e le discussioni tra lo staff e il presidente. Il suo scopo è raccogliere confidenze esplosive non solo sulle faide interne che portano al licenziamento di strateghi di primo piano come Steve Bannon, l'anima nera della campagna elettorale, ma anche sui rapporti tra lo staff di Trump e la Russia e sui giudizi impietosi che i più stretti collaboratori danno del loro capo. Il risultato è un libro che Trump ha tentato invano di bloccare e che è diventato un caso mondiale perché racconta da una prospettiva unica la storia appassionante di un mandato imprevedibile e impetuoso quanto il presidente stesso.

Il libro, uscito negli Usa il 5 gennaio 2017 e inizialmente tirato in 150.000 copie, in pochi giorni è arrivato a 1.1 milione di copie cartacee esaurite – con lettori in coda di notte davanti alle librerie come ai tempi di Harry Potter – oltre alle centinaia di migliaia di copie in ebook e alla versione audio. In Inghilterra in pochi giorni, e prima ancora dell’arrivo in libreria, la tiratura ha raggiunto le 400.000 copie. Nelle stesse ore più 20 Paesi hanno acquisito i diritti di pubblicazione.  

L'autore

Michael Wolff, giornalista politico ed editorialista di successo per alcune fra le più importanti testate americane, ha già suscitato scalpore con la biografia su Rupert Murdoch, voluta dal tycoon e poi ripudiata con una bufera che ricorda quella con Fuoco e furia e l'ira di Trump.
"È tutto vero", assicura l'autore, Wolff, che inizialmente ha immaginato il libro come un resoconto dei primi 100 giorni alla Casa Bianca da pubblicare a un anno dall’inizio della presidenza Trump e poi, in maniera del tutto inaspettata, ha avuto accesso al Presidente e alla maggior parte dei membri anziani del suo staff, fra cui Steve Bannon, per un totale di 18 mesi (la prima intervista ha avuto luogo a maggio 2016), diventando un "intruso costante" della Casa Bianca.