Torna indietro

Il Genio e le Passioni. Leonardo e il Cenacolo. Precedenti, innovazioni, riflessi di un capolavoro. Catalogo di mostra (Milano, Palazzo Reale 21 marzo - 17 giugno 2001)

Il Genio e le Passioni. Leonardo e il Cenacolo. Precedenti, innovazioni, riflessi di un capolavoro. Catalogo di mostra (Milano, Palazzo Reale 21 marzo - 17 giugno 2001)
21,75 -25%   29,00 

Ordina ora per riceverlo mercoledì 16 ottobre. 

44 punti carta PAYBACK
Brossura:
473 Pagine
Editore:
Skira
Pubblicato:
01/01/2001
Isbn o codice id
9798881189839

Descrizione

A distanza di due anni esatti dalla fine del restauro curato da Pinin Brambilla Barcilon, questa Mostra ci porta a riconsiderare il "Cenacolo" di Leonardo, custodito in un luogo dichiarato Patrimonio dell'Umanità dall'Unesco, nella sua essenza di opera d'arte e modello insuperabile di perfezione per le successive generazioni di artisti europei. Di nuovo apprezzabile nei suoi valori cromatici e componitivi come forse non era mai stato, anche se cinque secoli di storia e di vicende conservative ne hanno irreparabilmente alterato l'aspetto originario, il suo porsi come manifesto della 'maniera moderna' è reso evidente dalla sequenza delle opere, dipinte e scolpite, che il visitatore potrà apprezzare in questa Mostra. Lo scopo principale di questo percorso ci pare essere quello di recuperare, soprattutto, il senso della storia riavvicinandoci, di epoca in epoca, alle risonanze, alle suggestioni ed alle interpretazioni che il capolavoro vinciano via via ha suscitato. Questa mostra può forse anche essere letta, infatti, come una continua affermazione e riaffermazione, attraverso i secoli, del valore universale di un'immagine subito divenuta 'classica', di un'icona con cui quasi ogni grande artista dell'età moderna ha, prima o poi, dovuto fare i conti, sia che ne accettasse il valore sia che ne contestasse il ruolo paradigmatico. Una Mostra di tale impegno non sarebbe stata possibile se non fosse nata all'interno delle ricerche e degli studi che hanno condotto al recupero della pittura murale stessa: tutela, conservazione e restauro sono, infatti, inscindibili dalla ricerca storica e dall'approfondimento scientifico. Aver ricondotto il Cenacolo di Leonardo nel fluire della storia, e della storia dell'arte, sarà certo uno dei meriti che il pubblico vorrà riconoscere a questa esposizione, misurando anche la sconvolgente novità della composizione leonardesca rispetto alla precedente tradizione iconografica. Siamo perciò grati alla Soprintendenza per i Beni Artistici e Storici della Lombardia Occidentale, ai Soprintendenti che, nel corso degli anni, hanno sostenuto questa iniziativa, ai prestatori, fra i quali è doveroso ringraziare almeno Sua Maestà la Regina d'Inghilterra Elisabetta II e molti dei maggiori Musei del mondo, nonché al curatore per la preziosa e forse irripetibile opportunità che ci offrono di valutare l'opera di Leonardo calata nel flusso della storia, che è storia della cultura prima ancora che storia dell'arte. (Giovanna Melandri, Ministro per i Beni e le Attività Culturali)