Torna indietro

Il Gentile dei fascisti. Gentiliani e antigentiliani nel regime fascista

Il Gentile dei fascisti. Gentiliani e antigentiliani nel regime fascista
29,00

Ordina ora per riceverlo lunedì 4 ottobre. 

58 punti carta PAYBACK
Brossura:
381 Pagine
Editore:
Il Mulino
Pubblicato:
25/02/2009
Isbn o codice id
9788815128171

Descrizione

Questo libro parla del rapporto che intercorse tra Giovanni Gentile e il fascismo dal 1922, quando il filosofo fu nominato Ministro dell'Istruzione nel primo governo Mussolini, al 1944 quando venne ucciso dai partigiani. L'autrice discute le varie reazioni, in termini di sostegno o di critica, che l'opera e il pensiero gentiliani suscitarono nel mondo fascista, fra esponenti del partito e membri del governo, filosofi, storici e giuristi, giovani fascisti e docenti universitari. Alcuni videro in Gentile il principale teorico del fascismo, lo difesero dalle critiche che egli ricevette negli anni fra le due guerre e ne condivisero il progetto politico e culturale. Altri, invece, che consideravano la sua influenza sulla cultura italiana un pericolo per il regime, lo avversarono strenuamente.