Torna indietro

Il terzo padre

Il terzo padre
17,10 -5%   18,00 

Ordina ora per riceverlo giovedì 29 ottobre. 

34 punti carta PAYBACK
Brossura
Editore:
Historica Edizioni
Pubblicato:
06/02/2018
Isbn o codice id
9788833370156

Descrizione

«Il terzo padre tratta la storia di Pia, una donna di 50 anni che appartiene alla borghesia napoletana, laureata, sposata felicemente da più di 25 anni con Claudio da cui ha avuto una figlia Martina, ma che fin da quando aveva 9 anni, quando aveva scoperto di essere stata adottata, è lacerata dal desiderio di conoscere i suoi genitori biologici. Pia, assorbita dalla famiglia, dalla scuola, dalla routine della quotidianità e soprattutto essendo morti Aldo, suo padre adottivo, zio Corrado, suo secondo padre, che l’aveva amata come una figlia, sua madre Marisa e tutti coloro che l’avevano allevata, aveva soffocato quel desiderio che per anni l’aveva tormentata; pertanto il marito Claudio «ormai, dimentico dei crucci giovanili della moglie, non immaginava neppur lontanamente cosa avrebbe scatenato quel giorno dell’8 novembre 2013 quando, nel rincasare ad ora di pranzo, portò alla moglie la rivista “Il Venerdì di Repubblica” nella quale le mostrò l’articolo “Niente su mia madre […] Claudio, inconsciamente, aveva riacceso in Pia il desiderio di cominciare il percorso alla ricerca della verità […] che da quel momento niente e nessuno avrebbe potuto ostacolare». Pia inizia le ricerche con l’aiuto di una sua vecchia amica Pina e di sua figlia Martina, poi rendendosi conto che ha bisogno di qualcuno che sappia interpretare le leggi con cui è costretta a confrontarsi, anche con l’aiuto della cugina Paola che è un buon avvocato ed è figlia di suo zio Ermete, noto avvocato, che all’occorrenza le aiuterà. Il terzetto, «la P3», l’adottata, l’avvocata e l’amica, ben assortito, sia pure con caratteristiche diversissime, incarna l’emotività, la razionalità e l’ironia e fin dall’inizio è deciso a vedere la luce in fondo al tunnel. Le tre protagoniste durante le loro indagini, fatte talvolta ai limiti della legalità, conosceranno storie di donne adottate, figlie di madri biologiche decise a rimanere nell’anonimato, storie di ragazze sedotte e abbandonate, storie talvolta sconcertanti e incontreranno personaggi umili, semplici ma che offriranno utili e interessantissimi elementi che porteranno Pia a scoprire un passato lontano ma non del tutto perduto. L’autore è riuscito a raccontare con umanità, trasporto e anche all’occorrenza con competenza una storia di grande attualità, carica di spunti di riflessione, densa di significati, supportandola con precise leggi, opportune annotazioni, riferimenti storici, costellandola talvolta di dotte tradizioni e aneddoti divertenti legati ai luoghi e ai personaggi che animano la vicenda.»