Torna indietro

Inquisizione Michelangelo

Inquisizione Michelangelo
9,90

Ordina ora per riceverlo mercoledì 25 maggio. 

20 punti carta PAYBACK
:
384 Pagine
Editore:
Newton Compton Editori
Pubblicato:
29/12/2021
Isbn o codice id
1201201946466

Descrizione

Un genio irrequieto, un’opera tormentata: l’ultimo, appassionante romanzo storico di un autore da oltre mezzo milione di copie.

Roma, autunno 1542. All'età di 68 anni, Michelangelo è richiamato ai suoi doveri: deve completare la tomba di Giulio II, opera ambiziosa ma rinviata per quasi quarant'anni. Guidobaldo II, erede dei Della Rovere, non accetterà altre scuse da parte dell'artista. Ma Michelangelo si trova nel mirino dell'Inquisizione: la sua amicizia con la bellissima Vittoria Colonna non è passata inosservata. Anzi, il cardinale Gian Pietro Carafa, a capo del Sant'Uffizio, ha ordinato di far seguire la donna, con lo scopo di individuare il covo degli Spirituali, la setta eretica capeggiata da Reginald Pole, che propugna il ritorno alla purezza evangelica e alla semplicità della vita in una città in cui la vendita delle indulgenze è all'ordine del giorno. Proprio la Roma divorata dal vizio e violata dai Lanzichenecchi sarà il teatro crudele e magnifico in cui si intrecceranno le vite di Malasorte, giovane ladra incaricata di riferire sugli Spirituali, del capitano Corsini, capo dei birri della città, di Vittoria Colonna, marchesa di Pescara, e di Michelangelo Buonarroti, tra i più grandi geni del tempo. Tormentato dai committenti, braccato dagli inquisitori, il più grande artista della cristianità concepirà la versione finale della tomba di Giulio II in un modo che potrebbe addirittura condannarlo al rogo...


Nella tetralogia I Medici – Una dinastia al potere Matteo Strukul ha ripercorso la saga della stirpe nobiliare che ha incarnato grandezze e contraddizioni del Rinascimento. Adesso l’autore best-seller del romanzo storico italiano torna in libreria, sempre per Newton Compton Editori, con Inquisizione Michelangelo: un’appassionante narrazione con tutte le carte in regola per arricchire il suo carniere di successi. Il sipario si alza sulla Roma del 1542, una città “sconfitta dai suoi stessi demoni”, dove lo sfarzo della corte papale è un manto dorato ormai incapace di occultare un corpo sempre più corrotto. Le infiammate parole con cui Lutero ha denunciato la depravazione delle gerarchie ecclesiastiche hanno acceso dubbi e alimentato riflessioni anche nel cuore del mondo cattolico e dello stesso Michelangelo. L’artista che nel corso di decenni ha creato opere magni che per celebrare il potere dei ponte ci ora si sente estraneo all’autorità di chi, mentre si arroga il titolo di successore di Pietro, sospinge sempre più a fondo la Chiesa nell’abisso. Per questo, a sessantotto anni, Michelangelo giura a se stesso di non obbedire mai più agli ordini dei papi. Il suo animo tormentato, però, non è ancora destinato a trovare la pace che cerca: i Della Rovere esigono che porti a termine il monumento sepolcrale del loro avo Giulio II, commissionatogli quarant’anni prima e oggetto di un’interminabile serie di rielaborazioni e ripensamenti da parte degli eredi del “papa guerriero”. Ma non sono solo i committenti a mettersi alle calcagna dell’artista. Il cardinale Pietro Carafa, capo dell’Inquisizione, vede con sospetto la sua amicizia con Vittoria Colonna, la nobildonna vicina N al circolo degli Spirituali di Reginald Pole, sostenitori di un ritorno della Chiesa allo spirito evangelico. Costretto a ultimare la tomba di Giulio II (“la tragedia della sepoltura”, come ebbe a definirla) sotto lo sguardo delle spie del Sant’Uffizio, Michelangelo arriva a concepire per la propria opera più travagliata una soluzione tanto geniale quanto rischiosa. Fondendo l’accuratezza della ricostruzione storica con un eccezionale talento narrativo, l’eclettico Strukul ci accompagna tra palazzi e postriboli, chiese e botteghe; ci porta nel pieno di attacchi, inseguimenti e duelli; ci sorprende con le rivelazioni di un romanzo avvincente che getta una luce nuova su uno dei più geniali artisti di tutti i tempi.