Torna indietro

L'amore che mi resta

L'amore che mi resta
16,62 -5%   17,50 

Ordina ora per riceverlo venerdì 2 ottobre. 

33 punti carta PAYBACK
Brossura:
235 Pagine
Editore:
Einaudi
Pubblicato:
04/04/2017
Isbn o codice id
9788806234386

Descrizione

L'amore che mi resta è il romanzo di un amore immenso e di un dolore inaccettabile, dall’autrice del best seller Volevo essere una farfalla.

Michela Marzano, una delle più importanti autrici italiane scrive un commovente romanzo sulla maternità. Affondando il bisturi nel dolore più assoluto, trova le parole esatte per nominarlo. Ma anche per aprire, nel finale, uno spiraglio di luce.

Daria pensava che l’amore potesse riparare ogni cosa. Poi Giada, sua figlia, si è uccisa. E il mondo è andato in pezzi.
La sera in cui Giada si ammazza, la vita di Daria precipita in una sofferenza senza scampo, che lei nutre con devozione religiosa perché è tutto ciò che le resta della figlia. Neanche il marito e il figlio riescono ad aiutarla: di fronte allo scandalo di questa perdita, ricominciare a vivere sarebbe un sacrilegio. Daria si barrica dietro i ricordi: quando non riusciva ad avere figli e voleva un bambino a ogni costo, quando finalmente ha adottato Giada e il mondo «si è aggiustato», quando credeva di essere una mamma perfetta e che l’amore curasse ogni ferita.

Con una scrittura fulminea e poetica, e il ritmo avvolgente di una cantilena, Michela Marzano dà voce a una madre e al suo struggente de profundis. Scavando nella verità delle relazioni umane, parla di tutti noi. Del nostro desiderio di essere accolti e capiti, della paura di essere abbandonati, del nostro ostinato bisogno di amore, perché "senza amore si è morti, prima ancora di morire".

Michela Marzano (Roma, 1970) è professoressa di Filosofia morale all’università Paris Descartes, editorialista della Repubblica e autrice di numerosi libri tradotti in molte lingue. In Italia ha pubblicato, tra gli altri, Volevo essere una farfalla (2011), L’amore è tutto: è tutto ciò che so dell’amore (Premio Bancarella 2014), Papà, mamma e gender (2015).