Torna indietro

La fragilità dei pesi

La fragilità dei pesi
9,50 -5%   10,00 

Ordina ora per riceverlo martedì 18 maggio. 

19 punti carta PAYBACK
Rilegato:
84 Pagine
Editore:
Società Editrice Fiorentina
Pubblicato:
01/12/2020
Isbn o codice id
9788860325891

Descrizione

Una capriata che sostiene il tetto ne infragilisce il peso, lo neutralizza; una metafora presente nella prima poesia, il cui titolo è lo stesso del libro. Più avanti è il peso che assume forme e visioni diverse: il «perdere di peso del mancato», di tutto ciò, quindi, che nel tempo non è stato, e proprio per questo, pur nel vuoto e nell'assenza, rende fragile un peso possibile che, così, è stato evitato. Oppure «il peso è disciolto nel pensare» proprio come in una ridistribuzione delle forze che graverebbero sulle strutture sottostanti; in questo caso è un'idea, un'ipotesi che però non rientra tra le teorie della statica, bensì nel contesto più labile di processi psichici, mentali, come «i pesi della pena» o «il peso dei confronti». Oppure, addirittura, in una prospettiva che sembra esaltarne, apparentemente, i pregi, diventando «il peso dell'estate fonda». Un esame spesso visivo distribuito in un percorso immaginario e reale nello stesso tempo, all'interno e all'esterno della «fragilità dei pesi».