Torna indietro

Lavori e precarietà. Il rovescio del lavoro

Lavori e precarietà. Il rovescio del lavoro
14,25 -5%   15,00 

Ordina ora per riceverlo venerdì 23 luglio. 

28 punti carta PAYBACK
Brossura:
270 Pagine
Editore:
Editori Riuniti
Pubblicato:
01/01/2004
Isbn o codice id
9788835954835

Descrizione

"Lavori e precarietà": già dal titolo è chiara la valutazione delle autrici e degli autori sui rischi derivanti dalla riforma del mercato del lavoro voluta dall'attuale governo di centrodestra. La legge delega n. 30 e il decreto legislativo n. 276 del 2003 - che solo chi intende cinicamente sfruttare l'emozione legata all'omicidio continua a chiamare "Biagi" - realizzano modifiche imponenti e ridisegnano molti dei tratti caratteristici del diritto del lavoro. Si moltiplicano a dismisura le tipologie contrattuali e i soggetti presenti nel mercato del lavoro; si avvia una trasmigrazione del diritto del lavoro verso il diritto dei privati e dei commerci; si dà prevalenza alle ragioni dell'impresa anziché al lavoratore come soggetto socialmente sottoprotetto. Il tutto è attuato con un livello estremamente basso di tecnica giuridica e legislativa, violazioni della delega ricevuta, contrasti con l'ordinamento comunitario, una portata quasi illimitata dei varchi aperti, simultanee e inattese modificazioni già in sede di manovra finanziaria. Questo intende essere un commento tecnico rivolto agli operatori e uno strumento di primo orientamento per quanti si sentano anche solo incuriositi dall'ampio 'battage' pubblicitario che il governo ha messo in atto rispetto a tale normativa. Perciò si sono individuati i principali istituti del mercato del lavoro introdotti o modificati e si è cercato di porne in rilievo gli aspetti problematici, attraverso un esame della regolamentazione giuridica.