Torna indietro

Le categorie

Le categorie
12,35 -5%   13,00 

Ordina ora per riceverlo martedì 2 marzo. 

25 punti carta PAYBACK
Tascabile:
720 Pagine
Editore:
Bur Biblioteca Univ. Rizzoli
Pubblicato:
14/07/1989
Isbn o codice id
9788817167291

Descrizione

"Dell'essere semplicemente detto si parla in molti sensi. Di quest'uno si disse che era quello di accidente, un altro quello di vero (e di falso, per il non essere). Oltre di questi ci sono le forme o le figure dell'essere come categorie: ciò che è una cosa, quale, quanto, dove, quando..." ("Metafisica", VI, 2)
La dottrina delle categorie costituisce uno dei capisaldi del pensiero aristotelico. Nata dal perfezionamento della dialettica diareitica di Platone, essa sancisce il rifiuto della separazione degli universali, fornendo in pari tempo il fondamento teorico per una concezione della realtà caratterizzata dal primato della sostanza individuale e dalla multivocità dell'ente.
Alla valenza ontologica delle categorie si connette anche una valenza logica e una valenza linguistica, che solo astrattamente possono essere contrapposte nella genesi e nel significato complessivo di questa teoria. Il trattato, pur mancando di un'unità letteraria, presenta però una compattezza dottrinale tra le sue parti. I capitoli 1-3, definendo le nozioni di omonimia, di sinonimia e di paronimia e analizzando le strutture predicative espresse dal "dirsi di un soggetto", forniscono i presupposti per la formazione di colonne di predicati di cui le categorie costituiscono quelli più universali. I capitoli 4-9 elencano 10 categorie e studiano analiticamente quelle della sostanza, della quantità, della relazione e della qualità. I capitoli 10-15, che costituiscono la sezione più antica dell'opera, utilizzano una primitiva nozione delle categorie nello studio dei rapporti di opposizione, nell'analisi dei significati di anteriore, di simultaneo e di avere e nell'esame del movimento.
Il testo de "Le categorie", di cui si offre una nuova traduzione italiana, è corredato da un'ampia introduzione e da un commento esegetico, nel quale si dà conto di talune delle più importanti interpretazioni.
Edizione con testo originale a fronte.