Torna indietro

Le luci di settembre

Le luci di settembre
9,50 -50%   19,00 

Ordina ora per riceverlo venerdì 13 dicembre. 

19 punti carta PAYBACK
Rilegato:
268 Pagine
Editore:
Mondadori
Pubblicato:
13/05/2011
Isbn o codice id
9788804610236

Descrizione

Nell'estate del 1937 Simone Sauvelle, rimasta all'improvviso vedova, abbandona Parigi assieme ai figli, Irene e Dorian, e si trasferisce in un piccolo paese sulla costa per sfuggire alla pesante eredità che suo marito le ha lasciato: un cumulo di debiti di cui lei non aveva mai avuto il benché minimo sospetto, e che nelle sue condizioni non è certo in grado di onorare. Ad aiutarla, offrendole un posto di governante, è un vecchio amico del marito, il facoltoso fabbricante di giocattoli Lazarus Jann, che vive con la moglie malata in una gigantesca tenuta chiamata Cravenmoore. Tutto sembra andare per il meglio, Lazarus si dimostra un uomo gentile, tratta con riguardo Simone e i figli, a cui mostra gli straordinari esseri meccanici che ha creato nella sua lunga carriera, strani automi che sembrano avere vita propria. Intanto Irene conosce Ismael, il giovane cugino di Hannah, la cuoca di casa, e se ne innamora. Ma cosa sono quelle luci che brillano nella nebbia intorno all'isolotto del faro? E cosa si nasconde dietro i macabri eventi e le strane apparizioni che sconvolgono inaspettatamente l'armonia di Cravenmoore? Perché Hannah viene uccisa, e qual è il mistero dell'ombra che si è impossessata della tenuta? Spetterà a Irene e Ismael lottare contro un nemico invisibile per salvare Simone e svelare l'oscuro segreto che avvolge Cravenmoore e la fabbrica dei giocattoli di Lazarus, un enigma che li unirà per sempre e li trascinerà nella più emozionante delle avventure, in un mondo labirintico di luci e ombre.

La nostra recensione

La recensione di Mondolibri:
Le luci di settembre in contemporanea nazionale Da oggi nelle Librerie Mondolibri e sui siti del Club l'ultimo romanzo di Carlos Ruiz Zafón Con L'ombra del vento - uscito in Spagna nel 2001 e negli anni successivi in quasi tutto il mondo - ha raggiunto un successo internazionale vastissimo, replicato nel 2008 con il romanzo successivo, Il gioco dell'angelo. Carlos Ruiz Zafón è entrato così di prepotenza tra i grandi autori di bestseller del panorama editoriale. Ma lo scrittore spagnolo, ancora prima del successo mondiale, era già un affermato e apprezzato autore di libri per ragazzi, o meglio: di libri per ragazzi "di tutte le età". Sì, perché i suoi primi romanzi contenevano già tutti gli elementi narrativi e la capacità di fonderli in un intreccio avvincente che hanno decretato poi il successo dei libri successivi. E oggi esce in edizione italiana - e in contemporanea è disponibile da oggi in tutte le Librerie Mondolibri e sui siti del Club - Le luci di settembre, un romanzo che per atmosfere, tensione e costruzione dei personaggi anticipa per molti versi le storie che hanno affascinanto e conquistato milioni di lettori in tutto il mondo. Ambientato in Francia, sulle coste della Normandia, nell'estate del 1937, Le luci di settembre è un sorprendente intreccio di mistero, tensione e proiezioni fantastiche che Zafón riesce a trasferire sulla pagina con grande abilità e grandissimo piacere per il lettore, intessendo una trama impenetrabile, imprevedibile, inquietante. In seguito alla morte del marito che l'ha lasciata in un mare di debiti, Simone Sauvelle decide di lasciare Parigi e di trasferirsi con i figli, Irene e Dorian, in un piccolo villaggio sulla costa della Normandia dove un vecchio amico del marito, il fabbricante di giocattoli Lazarus Jann, le ha offerto un impiego come governante nella sua tenuta, Cravenmoore. All'inizio tutto sembra volgersi per il meglio: i nuovi arrivati vengono accolti amichevolmente e i ragazzi si ambientano in fretta. Irene trova il primo grande amore nello stravagante Ismael, un giovane pescatore, e per il fratello più giovane Dorian le coste rocciose i boschi che circondano il villaggio sono un vero e proprio gigantesco parco giochi. Anche Lazarus Jann, il nuovo datore di lavoro della madre, si rivela una persona oltre modo affascinante e generosa. È anche vero però che l'atmosfera in quella vecchia villa immersa nei boschi è a dir poco macabra e inquietante. Per non parlare degli innumerevoli automi costruiti dallo stesso Lazarus che si aggirano per le stanze e i corridoi di Cravenmoore come presenze raccapriccianti. E quando un giorno viene ritrovato il cadavere di Hannah, la cuoca di Cravenmoore e cugina di Ismael, l'idillio per i Sauvelle sembra proprio finire. Questo omicidio non sarà il primo di una lunga serie, proprio come era accaduto anni prima? E non avrà qualcosa a che fare con la leggenda che circola nel villaggio e che narra di una donna annegata anni prima e di luci misteriose che sul finire dell'estate appaiono e scompaiono tra la nebbia sull'isola del faro dinnanzi alla costa? È solo un'illusione ottica, come il fatto che a Dorian sembra che il corpo del signor Lazarus non proietti nessuna ombra? Ben presto ombre ancora più minacciose ed enigmatiche avvolgeranno Cravenmoore. Irene e Ismael sono decisi ad andare fino in fondo a quei misteri e a svelare l'oscuro segreto della tenuta, finendo in un vortice di avvenimenti inquietanti che li trascinerà nella più grande avventura della loro vita, perché il Male torna sempre a riscuotere quello che gli viene promesso... Alla sua città natale, Barcellona, Carlos Ruiz Zafón (1964) è molto legato, anche se ora trascorre la maggior parte del suo tempo a Los Angeles, dove lavora anche come sceneggiatore. È Barcellona che lo ha plasmato, lo ha ispirato e stimolato a scrivere e questo lo si percepisce benissimo soprattutto dai suoi bestseller L'ombra del vento e Il gioco dell'angelo