Torna indietro

Linguaggi senza senso. Clinica transculturale

Linguaggi senza senso. Clinica transculturale
14,25 -5%   15,00 

Ordina ora per riceverlo martedì 5 marzo. 

28 punti carta PAYBACK
Brossura:
164 Pagine
Editore:
Meltemi
Pubblicato:
03/11/2023
Isbn o codice id
9788855199254

Descrizione

Le lallazioni infantili, le ecolalie e le gergalità neurologiche, le glossolalie religiose e schizofreniche presentano una varietà che viene perdendosi nel tempo dell'apprendimento educativo, della riabilitazione neurolinguistica, della guarigione dalla psicosi. Quando il soggetto entra, o rientra, in comunità - quando inizia, o riprende, a comunicare - assistiamo a una perdita dei suoni, dei grugniti, delle manducazioni e delle espressioni visuali curiose, estraniate e dissidenti. L'arte poetica e letteraria metasemantica, il teatro sperimentale, i canti ecolalici, le polifonie vocali mantengono invece vive queste perdite, le conservano in testi e in oralità idiosincrasiche e ripetitive. In questo volume, Pietro Barbetta riporta la riflessione di una lunga attività clinica e di ricerca sull'infanzia, le neuro-differenze, le dissociazioni, i deliri e i nomadismi. Secondo l'autore, qualcosa accomuna queste esperienze fisiologiche, patologiche, etniche: l'estraneità al linguaggio significante e all'ordine grammaticale, nonché la presenza del corpo, espressione disordinata, ostacolo alla comunicazione.