Torna indietro

Lo scapolo d'oro

Lo scapolo d'oro
Ebook
con Adobe DRM
Editore:
Miss Black
Pubblicato:
03/01/2016
EAN-13
9788892536463

Descrizione

Caleb Byrd è ricco e arrabbiato con il genere femminile. Dopo la firma di un accordo milionario, mentre beve un aperitivo a bordo piscina in un hotel a cinque stelle di Manhattan, scommette con il suo avvocato che una qualunque delle donne che in quel momento prendono il sole davanti a loro sarebbe disposta a passare una notte con lui, per una cifra adeguata. E la cifra, in realtà, è stratosferica: un milione di dollari, come nel famoso film. Anche le clausole non sono da meno, però: per un milione la prescelta si impegna a soddisfarlo fino all'ultimo capriccio. Caleb vince la scommessa e come previsto la notte dopo la ragazza che ha scelto a caso attorno alla piscina si presenta nella sua suite. Anche la notte va come previsto... o quasi. Cinque anni più tardi Caleb si troverà ad affrontare le conseguenze impreviste di un gesto avventato... e la sua vita di scapolo d'oro cambierà per sempre.
-
"Caleb fece un gesto vago nell'aria. «Era una scommessa» precisò.
«E l'hai vinta o l'hai persa?» chiese lei, lasciando la borsa sul divano.
«L'ho vinta. Avevo scommesso che qualsiasi donna attorno alla piscina dell'hotel... be', lo sai».
Leah, lì, rise e andò verso di lui con passo deciso. «È un'idea un po' maschilista, anche se forse non sbagliata. Be'? Che devo fare?».
I suoi occhi blu brillavano di divertimento, cosa che in un certo senso rassicurava Caleb. Se avesse visto che era preoccupata, imbarazzata, o persino disgustata avrebbe avuto dei problemi a portare fino in fondo la scommessa.
«Non so» disse, con un sorriso appena accennato. «Lasciarti scopare, presumo».
«Fin lì ci ero arrivata» rise lei. Si fermò esattamente davanti a lui, fissandolo negli occhi. «Prenditela con calma, cowboy. Rispetterò il contratto alla lettera, ma mi serve qualche minuto per entrare nella prospettiva giusta».
Gli prese le mani e se le portò sui fianchi.
Caleb pensò che era troppo diretta, persino un po' intimidente, ma sentì anche la carne soda dei suoi fianchi e questo gli fece un'impressione... forte. Più forte di quello che si sarebbe aspettato. Si rese conto che la prospettiva di fottere una tizia di cui conosceva solo il nome per lui era profondamente eccitante. Non sapeva dove posizionare con esattezza i soldi, in quello che sentiva, ma avevano una parte anche quelli.
Le infilò le mani sotto alla maglietta, reggendo il suo sguardo. Divertito, ma anche piuttosto deciso, a quel punto. Accarezzò la sua pelle e strinse leggermente, tirandola verso di sé.
La brunetta, Leah, gli si appoggiò contro e gli leccò il collo.
A quel punto l'escalation fu piuttosto veloce, per Caleb."
CONTIENE SCENE ESPLICITE - CONSIGLIATO A UN PUBBLICO ADULTO