Torna indietro

I Mahasiddha. La vita degli ottantaquattro saggi dell'India

I Mahasiddha. La vita degli ottantaquattro saggi dell'India
17,10 -5%   18,00 

Ordina ora per riceverlo lunedì 22 aprile. 

34 punti carta PAYBACK
Brossura:
224 Pagine
Editore:
Astrolabio Ubaldini
Pubblicato:
20/10/2023
Isbn o codice id
9788834018767

Descrizione

Nell'epoca in cui si diffusero gli insegnamenti del Buddha denominati Grande Veicolo vissero in India molti maestri straordinari, in sanscrito mahasiddha, o 'grandi esseri perfetti', che avevano conseguito le siddhi, o 'perfezioni'. In questo testo, composto originariamente da Abhayadatta nel XII secolo dell'era cristiana e poi tradotto in tibetano da Meundrup Shérab, è narrata la loro vita: sono rnam thar, letteralmente 'liberazioni perfette', racconti che mirano a mostrare come un essere si è liberato e a incoraggiare il lettore a seguire lo stesso cammino. Non si tratta dunque di agiografie, né tantomeno di documenti storici, ma di una tradizione vivente di testi il cui scopo è mostrare come liberarsi dallo smarrimento e dalla sofferenza. La maggior parte dei racconti descrive esseri ai quali un bel giorno viene suggerito un nuovo atteggiamento possibile di fronte all'ingiustizia, al dolore, al disagio o alle contraddizioni da cui la mente è soggiogata. I racconti suggeriscono anche come, una volta effettuato un simile cambio di atteggiamento, quel che sembrava difficile si riveli meno complicato di quanto si credeva. Camaripa continua a cucire le sue calzature, Thaganapa a mentire, Ajokipa a rimanere sdraiato, Vinapa a suonare. Anche quando ci si prefigge un compito tanto vasto quanto può essere quello di pervenire al Risveglio, tutto riconduce sempre al momento presente, alla disposizione mentale di ogni istante; alla decisione, qui e ora, di adottare un atteggiamento positivo e di reagire in modo sano. Avvenimenti esterni, spesso disturbanti e persino crudeli, vengono in sciami a turbare la nostra esistenza, ma l'effetto che producono dipende in gran parte dal nostro atteggiamento interiore. E in questo senso che, secondo l'insegnamento del Buddha, tutto dipende dalle nostre aspirazioni.