Torna indietro

Mamma mia! La figura della mamma come deterrente nello sviluppo culturale, sociale ed economico dell'Italia moderna

Mamma mia! La figura della mamma come deterrente nello sviluppo culturale, sociale ed economico dell'Italia moderna
10,50 -30%   15,00 

Ordina ora per riceverlo lunedì 17 maggio. 

21 punti carta PAYBACK
Brossura:
240 Pagine
Editore:
Dalai Editore
Pubblicato:
01/01/2007
Isbn o codice id
9788860731975

Descrizione

Questo non è un libro serio. E' un libro drammatico. Se un solo mammone può far sorridere, una generazione di mammoni deve far piangere. In Italia, il mammismo è una malattia che si avvia alla pandemia, ma nessuno ha mai affrontato l'argomento con spirito critico, forse per timore che la mamma si arrabbiasse, oppure perché la sua figura è ritenuta sacra e inviolabile. Questa denuncia di un sistema "pathetically correct", invita i mammoni a specchiarsi, ad accettarsi, ma soprattutto a ridere di se stessi, riconoscendo che, come disse Marx da bambino, "la mamma è l'oppio dei popoli". Capitolo dopo capitolo si delinea così l'anamnesi di una sindrome unica e la precisa descrizione degli atteggiamenti tipici della mamma: dalla sua antipatia per il tempo all'ossessione per le pulizie domestiche; dalla fissazione per il polpettone fino alla passione per il lavoro a maglia o all'ostinazione con cui cerca di bruciare la frizione dell'auto. Con tono leggero e caustico, viene delineato il suo ruolo nella cultura, nella società e nell'economia del Paese, cercando di dare una risposta a un interrogativo universale: chi si arrenderà prima, l'uomo o la mammina?