Torna indietro

Musei interrotti. Brandi (e Minissi) in Puglia

Musei interrotti. Brandi (e Minissi) in Puglia
15,30 -15%   18,00 

Ordina ora per riceverlo martedì 24 luglio. 

31 punti carta PAYBACK
Brossura:
171 Pagine
Editore:
Manni
Pubblicato:
21/02/2015
Isbn o codice id
9788862666350

Descrizione

La Puglia, il problema della conservazione dei dipinti murali in ambienti ipogei, l'arte bizantina in Italia: tutti temi cari al primo direttore dell'Istituto Centrale del Restauro Cesare Brandi, analizzati in questo volume con ricchezza di documentazione e fonti inedite. Il progetto di Brandi negli anni Cinquanta prevedeva una campagna di studio delle cripte bizantine della Puglia con successivo programma di distacco sistematico dei dipinti murali, trasporto all'ICR e restauro e, infine, la creazione o di un museo ad hoc, localizzato nella capitale del Salento a Lecce o di tre poli museali dislocati nel Sud dell'Italia (Reggio Calabria, Matera, Lecce) a testimoniare la ricchezza della produzione artistica bizantina fra il X e il XIII secolo nel Meridione. Con lungimiranza e modernità impressionante, Brandi riteneva che non vi fosse alternativa a un'operazione che oggi verrebbe considerata troppo radicale. Egli affrontava i problemi di conservazione e restauro piu? complessi nella loro globalita?, non limitandosi a voler ottenere la restituzione della leggibilita? della superficie pittorica, ma ponendosi da un lato il problema della salvaguardia della tipologia della cripta nel suo complesso e nella sua georeferenziazione, con studi mirati sul microclima, sui danni biologici, sul contesto territoriale, dall'altro quello della valorizzazione degli affreschi restaurati.