Torna indietro

Non volare via

Non volare via
14,15 -5%   14,90 

Ordina ora per riceverlo lunedì 14 dicembre. 

28 punti carta PAYBACK
Rilegato:
222 Pagine
Editore:
Garzanti Libri
Pubblicato:
02/05/2013
Isbn o codice id
9788811684428

Descrizione

Matteo ama la pioggia. Gli piace sentirne il tocco leggero sulla pelle. Perché quello è l'unico momento in cui è uguale a tutti gli altri. Perché Matteo è nato sordo. Oggi è giorno di esercizi. La logopedista gli mostra un disegno con tre uccellini. Uno vola via. Quanti ne restano? La domanda è continua, insistita. Ma Matteo non risponde, la voce non esce, e nei suoi occhi profondi c'è un mondo fatto soltanto di silenzio. All'improvviso la voce, gutturale, esce: "Pecché vola via?". Un uccellino è volato via e Matteo l'ha capito prima di tutti. Prima della mamma, Sandra. Prima della sorella, Alice. E il padre a essere volato via, perché ha deciso di fuggire dalle sue responsabilità. All'inizio non era stato facile crescere il piccolo Matteo. Eppure tutti si erano fatti forza in nome di un comandamento inespresso: "Restare uniti grazie all'amore". Ma è stato proprio l'amore a travolgere Alberto, un amore perduto e sempre rimpianto. Uno di quei segreti del passato che ti sconvolge la vita quando meno te l'aspetti. E lo fa quando credi di essere al sicuro, perché sei adulto e sai che non ti può succedere. E che poi ti trascina nell'impeto di inseguire i tuoi sogni. Ma adesso Alberto ha una famiglia che ha bisogno di lui. Sandra, la donna che ha sacrificato tutto per il figlio. Alice, la figlia adolescente che sta diventando grande troppo in fretta. Ma soprattutto ha bisogno di lui Matteo, che vorrebbe gridare "Papà, non volare via."

La nostra recensione

Un amore giovanile irrisolto può far deragliare la felicità di una famiglia. Alberto e Sandra sono una coppia affiatata, hanno una figlia adolescente e un maschietto di otto anni sordo dalla nascita, una difficoltà che ha cementato ancora di più il legame fra tutti loro. Felice con Sandra, che è la donna giusta per lui e ha sacrificato anche la carriera per dedicarsi al bambino, Alberto crede di aver dimenticato il grande amore di gioventù, Camilla, che pur amandolo è partita per seguire la sua vocazione per la danza, diventando étoile a Parigi. Ma quando vent’anni dopo lei torna in città, la passione divampa nuovamente. L’io narrante principale, nel romanzo, è proprio  Alberto, travolto dal senso di colpa eppure incapace di resistere alle emozioni che lo riportano all’incanto della giovinezza, ma ciascun membro della famiglia ha uno spazio per sé, per esprimere i propri sentimenti. E tutti e quattro nei loro racconti, pur nella diversità delle rispettive reazioni alla catastrofe che rischia di travolgerli, fanno capire che la famiglia è capace di emanare una sorta di forza centripeta capace di tenerli insieme, nonostante tutto.
Daniela Pizzagalli