Torna indietro

Parole e la giustizia. Divagazioni grammaticali e retoriche su testi giuridici italiani (Le)

Parole e la giustizia. Divagazioni grammaticali e retoriche su testi giuridici italiani (Le)
19,00 -5%   20,00 

Ordina ora per riceverlo lunedì 5 ottobre. 

38 punti carta PAYBACK
Libro:
264 Pagine
Editore:
Einaudi
Pubblicato:
01/01/2001
Isbn o codice id
9788806124403

Descrizione

"Le parole e la giustizia": le prime richiamano gli oggetti e gli strumenti di un'analisi linguistica, la seconda gli argomenti giuridici. L'analisi coglie aspetti rilevanti della grammatica, del lessico, dell'organizzazione del discorso in testi legislativi, atti processuali e amministrativi. Vengono in luce, tra i caratteri stilistici, anche gli sprechi di tecnicismi, le improprietà e i garbugli compositivi: impronte e risultati dell'assuefazione all'uso di anticaglie che complicano e oscurano i modi di esprimersi. La loro denuncia va di pari passo con il richiamo alle cautele da prendere quando si interviene a semplificare la stesura dei documenti giuridici. Bice Mortara Garavelli esamina con finezza una ricca serie di esempi tratti dalle varie classi di testi, puntando la lente sull'ordine delle parole e delle frasi, sulla punteggiatura, su tempi e modi verbali, su nessi discorsivi e costrutti sintattici tipologicamente caratterizzanti. L'arte retorica, o "della persuasione", occupa la scena nell'ultimo capitolo, dedicato a una delle manifestazioni qualificanti dell'oratoria forense: l'arringa. Gli esempi proposti, tratti da raccolte scritte, vengono ad aggiungersi al ricco corpus di testi preso in esame nei capitoli precedenti.