Torna indietro

Pensieri scorretti. 1837 aforismi per togliere la ragione a chi ce l'ha

Pensieri scorretti. 1837 aforismi per togliere la ragione a chi ce l'ha
9,80 -30%   14,00 

Ordina ora per riceverlo martedì 31 maggio. 

20 punti carta PAYBACK
Rilegato:
306 Pagine
Editore:
Utet
Pubblicato:
01/01/2007
Isbn o codice id
9788802077055

Descrizione

"L'aforisma è uno stimolo a pensare, oltre che un self-service di pensieri ben confezionati. A volerne fare un po' di storia, il termine è un grecismo - che significa "delimitare, separare, scegliere" - rimasto a lungo nell'ambito del linguaggio tecnico-scientifico. Solo nell'Ottocento avanzato l'aforisma divenne un vero e proprio genere letterario, specie dopo l'uscita di "II crepuscolo degli idoli" di Friedrich Nietzsche (1888). Da allora ne sono state tentate varie definizioni e delimitazioni, che però poco ci interessano: a partire dalla più brutale, quella di Gesualdo Bufalino per cui "Un aforisma benfatto sta tutto in otto parole." Un aforisma benfatto, a mio parere, è quello capace di generare un effetto-sorpresa, tanto più nel caso di quelli scelti per questa raccolta, che vuole essere l'esaltazione del paradosso, forma estrema dell'aforisma." (Dall'introduzione di Giordano Bruno Guerri)