Torna indietro

Processo alla verità o processo della verità. Il giudizio tra filosofia e diritto

Processo alla verità o processo della verità. Il giudizio tra filosofia e diritto
15,30 -15%   18,00 

Ordina ora per riceverlo martedì 19 novembre. 

31 punti carta PAYBACK
Brossura:
190 Pagine
Editore:
Ets
Pubblicato:
11/07/2019
Isbn o codice id
9788846753991

Descrizione

Al processo penale tanto spesso contestiamo l'incapacità di raggiungere, con la sentenza, un soddisfacente grado di verità riguardo all'evento criminoso dibattuto. Ma fino a che punto in tutti gli altri ambiti della nostra vita - dai più alti di conoscenza ai più quotidiani di relazione - possiamo dire di ghermire l'autentica verità di qualcosa? Nonostante questa domanda sia destinata a rimanere aperta, è innegabile che nei nostri più diffusi contesti relazionali richiediamo e pratichiamo volta a volta un parametro comune, accreditato tramite complessi processi sociali e culturali, sul quale distinguere giudizi relativamente corretti da giudizi insostenibili o comunque difficilmente condivisibili. In un serrato confronto tra istanze filosofiche e istanze giuridiche, il presente libro tenta così di smontare assolutismi aletici senza con ciò disconoscere la rilevanza di una nozione linguistico-intersoggettiva di verità come perno dei giudizi in rapporto tra loro. Tale nozione, operante appunto nei più variegati scambi tra gli uomini, in molte culture contemporanee presiede anche alla dialettica tra accusa e difesa in merito a un'imputazione. Ed è il caso di domandarsi se, al di fuori di essa, avremmo davvero un logos puro e una giustizia infallibile o non piuttosto un pensiero oscillante tra paralisi scettica e dogmatismo, e una giustizia oscillante tra negazione anarchica e autoritarismo dei soggetti forti.