Torna indietro

Quadriennale d'arte 2020. Fuori. Ediz. illustrata

Quadriennale d'arte 2020. Fuori. Ediz. illustrata
33,25 -5%   35,00 

Ordina ora per riceverlo mercoledì 6 ottobre. 

66 punti carta PAYBACK
Brossura:
680 Pagine
Editore:
Treccani
Pubblicato:
29/10/2020
Isbn o codice id
9788812008865

Descrizione

"Quadriennale d'arte 2020. Fuori" è un volume che, oltre a dare testimonianza degli artisti in mostra e del progetto espositivo della Quadriennale d'arte 2020, mira a tracciare nuove prospettive e metodologie di indagine sull'arte italiana contemporanea. Volume bilingue, italiano e inglese, è pensato per recepire il carattere sperimentale della mostra e del lavoro svolto negli ultimi tre anni dalla Quadriennale di Roma a sostegno dell'arte italiana, rivolgendosi ai visitatori della mostra, alla comunità di studiosi, agli studenti di arte contemporanea, agli artisti e agli esperti del settore. Il volume si comporrà di una sezione fotografica introduttiva che ripercorrerà gli eventi più emblematici degli anni Dieci del XXI secolo, e da tre macro-sezioni. La prima sarà dedicata alla mostra, a cura di Sarah Cosulich e Stefano Collicelli Cagol, i cui saggi scritti per l'occasione mirano ad approfondire le linee di ricerca sviluppate per la creazione del progetto espositivo. A seguire, ciascun artista invitato avrà a disposizione quattro pagine di immagini e di materiali relativi al proprio progetto in mostra o, più in generale, al proprio percorso artistico, insieme con un testo introduttivo del dipartimento curatoriale. La seconda sezione raccoglie sei saggi commissionati a storici dell'arte - Giorgina Bertolino, Stefano Chiodi, Liliana Ellena, Silvia Fanti con Daniele Gasparinetti, Francesco Ventrella, Riccardo Venturi - che propongono temi e nuove metodologie per leggere l'arte contemporanea italiana attuale. La terza sezione è dedicata a un approfondimento dei temi affrontati nei sei workshop di Q-Rated svoltisi nel biennio 2018-2019; affidati nelle giornate seminariali ad artisti e curatori stranieri, in questa circostanza gli stessi temi vengono analizzati da giovani critici e artisti italiani: Dafne Boggeri, Lucrezia Calabrò Visconti, Michele D'Aurizio, Vincenzo Estremo, Lorenzo Pezzani e Sofia Silva.