Torna indietro

Quando la rucola non c'era. La commedia della vita di un italiano del Dopoguerra

Quando la rucola non c'era. La commedia della vita di un italiano del Dopoguerra
14,15 -5%   14,90 

Ordina ora per riceverlo mercoledì 29 settembre. 

28 punti carta PAYBACK
Brossura:
139 Pagine
Editore:
Compagnia Editoriale Aliberti
Pubblicato:
19/05/2021
Isbn o codice id
9788893234276

Descrizione

«Quando le mutande delle ragazze erano braghe, quando si faceva merenda e ci s'annoiava di una noia che non c'è più, quella dell'isolamento e della pioggia, quando si giocava in strada, e la "naia" era una cosa seria. Quando c'erano i casini, e i padri avevano fatto la prima e la seconda». Così inizia il racconto di Enrico Vaime, uno dei "padri nobili" della Tv italiana, entrato in Rai nel 1960, amico e sodale di Ennio Flaiano e di Marcello Marchesi, di Cesare Zavattini e di Luciano Bianciardi. Le storie di famiglia, della giovinezza a Napoli, dell'università e di lonesco, di una quasi-moglie fuggita in crociera, dell'ultimo concorso pubblico per entrare in Rai, esaminato da Ungaretti, Moravia e Pasolini, del lavoro di autore e sceneggiatore e delle scenette che quel genio comico di Marcello Marchesi imbastiva ogni giorno con il portiere di Viale Mazzini. Un testimone privilegiato che ha attraversato, lavorandoci, tutto lo spettacolo italiano, quello della rivista, del varietà, della commedia, della radio e della tv.