Torna indietro

Lo Spirito senza volto e senza voce. Breve storia della teologia dello Spirito Santo

Lo Spirito senza volto e senza voce. Breve storia della teologia dello Spirito Santo
7,60 -5%   8,00 

Ordina ora per riceverlo lunedì 29 marzo. 

15 punti carta PAYBACK
Brossura:
80 Pagine
Editore:
San Paolo Edizioni
Pubblicato:
01/09/2010
Isbn o codice id
9788821568619

Descrizione

Come può il credente raffigurarsi lo Spirito Santo nel concerto della Trinità? Lo Spirito non è che il partner di una preghiera nella liturgia, la quale riconduce tutto al Padre, pur facendosi talora la concessione di indirizzare alcune preghiere direttamente al Figlio. Le preghiere della Chiesa rivolte allo Spirito Santo non sono che tardive: Veni Creator Spiritus! o Veni Sancte Spiritus! Questa difficoltà indica l'esistenza di un problema teologico. Lo Spirito Santo è rivelato e mostrato come la terza «persona» della santissima Trinità. Ma, mentre vediamo bene come il Padre e il Figlio possano essere considerati «persone», ossia interlocutori viventi della nostra fede e della nostra preghiera, ci troviamo disarmati di fronte allo Spirito. Che cosa si dice veramente quando si afferma che lo Spirito è una persona?