Torna indietro

L'autunno tedesco. Schleyer-Modadiscio-Stammheim

L'autunno tedesco. Schleyer-Modadiscio-Stammheim
11,05 -15%   13,00 

Ordina ora per riceverlo venerdì 1 giugno. 

22 punti carta PAYBACK
Brossura:
187 Pagine
Editore:
Deriveapprodi
Pubblicato:
01/01/2003
Isbn o codice id
9788888738055

Descrizione

Germania. L'autunno 1977 segna per la formazione combattente Rote Armee Fraktion l'inizio della fine. A Colonia un commando sequestra Hanns-Martin Schleyer, presidente della Confindustria tedesca, e annienta la sua scorta. La condizione per il rilascio dell'ostaggio è la liberazione dal supercarcere di Stammheirn di Baader, Ensslin e Raspe, membri del nucleo fondatore della RAF. A supporto di questa azione un gruppo armato palestinese si impossessa di un aereo passeggeri della Lufthansa. Dopo estenuanti trattative il dirottamento si conclude a Mogadiscio con il blitz dei reparti speciali della polizia tedesca. La notte seguente i prigionieri di Stammheim si tolgono la vita. Schleyer viene ucciso con due colpi di pistola alla nuca. Peter-Jurgen Boock, ex militante della RAF, fu protagonista di quegli eventi. A venticinque anni di distanza, dopo aver scontato una lunga pena, ha deciso di raccontarli. Giorni e notti carichi di incertezza e tensione. La consapevolezza di aver imboccato una strada senza ritorno. Ma il ritratto più intenso che emerge dalla tragedia è quello di Schleyer, l'odiato ostaggio. Un uomo simbolo dei crimini di una generazione di 'padri' artefici del nazismo che si rivela abile nell'interagire culturalmente e umanamente con i suoi carcerieri riuscendo a coinvolgerli in un intrico di emozioni. Sul serrato filo dei ricordi delle discussioni tra l'ostaggio e i suoi carcerieri, Boock ricostruisce l'incalzare degli eventi che per quarantatre giorni si snodano tra l'Europa e il Medio Oriente prima di concludersi in un epilogo di morte e di sconfitta.