Torna indietro

La circonferenza delle arance. La prima inchiesta della commissaria Lolì

La circonferenza delle arance. La prima inchiesta della commissaria Lolì
14,25 -5%   15,00 

Ordina ora per riceverlo venerdì 12 giugno. 

28 punti carta PAYBACK
Brossura:
218 Pagine
Editore:
Sonzogno
Pubblicato:
18/05/2010
Isbn o codice id
9788845415753

Descrizione

Se avesse paura delle maldicenze di colleghi e notabili, non avrebbe certo scelto di fare il poliziotto. E invece ha deciso di seguire con spavalderia la propria vocazione: combattere le prepotenze, riportare l'ordine nella vita degli altri, farsi rispettare dai maschi senza rinunciare a nessuna delle vanità del proprio sesso. Perché mai dovrebbe rinunciare alla cura della bellezza e della cucina, doti di una vera donna del Sud? Ma in quella vigilia natalizia anche per lei le cose si fanno terribilmente complicate. E sì che tutto era cominciato alla grande: da anni non si ricordava un dicembre così caldo, se n'era andata in questura scoperchiando il tetto della sua Bianchina con un CD di Roberto Murolo a tutto volume. Al commissariato, però, l'attende una sorpresa. C'è un arrestato, le dicono, uno stimato professionista, con il golfino di cachemire e le mani tanto curate, accusato di violenza sessuale. Ordinaria amministrazione. Almeno finché Lolì non incrocia lo sguardo dell'incriminato. Quell'uomo lei lo conosce bene. E subito capisce che, oltre a far trionfare la giustizia, questa volta dovrà anche difendere se stessa.

La nostra recensione

Una nuova femmina, e che femmina, irrompe tra gli scaffali delle librerie. Lolita Lobosco, commissario Lobosco. "Trentasei anni i capelli lunghi la quinta di reggiseno (...) nasco pugliese per nascita da madre siciliana e padre napoletano (...) con l'occhio buono (all'altro mi mancano tre diottrie ma non lo sa nessuno, che sennò mi posso pure giocare il posto)". Gabriella Genisi ci presenta la prima inchiesta della commissaria Lolì con La circonferenza delle arance. Perché Lolì sa di arancia e "i suoi seni sono tondi e perfetti come la circonferenza di queste arance". Nella sua prima inchiesta Lolì si ritrova immischiata in "una vita intera di menzogne e tradimenti che coinvolge un intero clan familiare, alle spalle di un povero disgraziato". Seguirla, leggerla, imparare ad apprezzarla non sarà difficile, anzi. La sua ironia, il suo rapporto con l'ex cognato Tonio, con il collega Forte e l'amica Marietta, l'ex marito Michele, l'astinenza amorosa prolungata, il lento e repentino risveglio dei sensi e il fiuto infallibile. Questa è Lolì. E la scrittura della Genisi trascina e rende impellente la prossima lettura sul commissario Lobosco. L'attendiamo sbucciando un'arancia. Magari sperimentando una delle ricette presenti alla fine del romanzo.
Valeria Merlini