Torna indietro

I confini del patto. Il governo dell'immigrazione in Italia

I confini del patto. Il governo dell'immigrazione in Italia
8,83 -5%   9,30 

Ordina ora per riceverlo lunedì 28 settembre. 

18 punti carta PAYBACK
Libro:
137 Pagine
Editore:
Einaudi
Pubblicato:
01/01/2001
Isbn o codice id
9788806158798

Descrizione

Tra allarmismi e sanatorie, tra vischiosità giuridiche e avventate fughe in avanti, la questione migratoria ha segnato la fine del secolo scorso e pone interrogativi non eludibili per quello appena iniziato. In Italia amministrazioni e classi dirigenti, pur consapevoli dell'irreversibilità di questo processo, faticano ad esprimere una cultura di governo e a precisare le linee per un intervento coerente. L'immigrazione mette alla prova tanto le terapie d'urto che le facili professioni di multiculturalismo. Il nodo cruciale dell'attuale dibattito politico e istituzionale riguarda perciò i confini entro cui, nel nostro paese, è possibile stabilire condizioni realistiche ed accettabili in grado di bilanciare costi sociali e i benefici economici che l'immigrazione porta con sé. Pochi sanno che nel Milanese ormai ben il 63 per cento delle imprese impiega personale straniero. Ed è arduo spiegare come e perché la nuova ricchezza prodotta dagli immigrati non si ripartisca in maniera uguale tra i diversi settori della società. I rischi maggiori non vengono tanto dall'incontro di razze, religioni e culture, quanto piuttosto dalla difficoltà a siglare un nuovo patto tra 'noi' e 'loro', fissando con chiarezza regole e procedure in grado di rassicurare gli Italiani e di consentire agli immigrati che lo vogliono, e lo meritano, di lasciare la condizione di stranieri per passare a quella di nuovi cittadini.