Torna indietro

Il corpo del reato. Storia del varesino Renato Ascoli che aiutò famiglie ebree a fuggire dai nazi-fascisti

Il corpo del reato. Storia del varesino Renato Ascoli che aiutò famiglie ebree a fuggire dai nazi-fascisti
14,25 -5%   15,00 

Ordina ora per riceverlo giovedì 7 luglio. 

28 punti carta PAYBACK
Brossura:
132 Pagine
Editore:
Macchione Editore
Pubblicato:
22/01/2022
Isbn o codice id
9788865707081

Descrizione

Dopo l'8 settembre 1943 ebbe inizio la caccia, l'arresto e la deportazione degli ebrei da parte delle forze nazifasciste. Molti ebrei provenienti da varie località del nord Italia raggiusero Varese per tentare di espatriare in Svizzera. I Varesini non rimasero indifferenti davanti alla disperazione di intere famiglie ebree e diversi, più numerosi di quanto si creda, si adoperarono per aiutare loro compatrioti a trovare la salvezza oltreconfine. Non di tutte questi cittadini coraggiosi, che misero a rischio la propria vita per aiutare delle persone assurdamente perseguitate, è noto il nome e l'azione compiuta, Queste vicende sono sconosciute perché spesso coperte dal silenzio dei protagonisti stessi che non ritennero necessario parlarne o lo fecero con molta riservatezza. Uno di questi eroici sconosciuti è l'imprenditore Renato Ascoli, di cui, in forma romanzata, ne è qui raccontata la storia.