Torna indietro

Il corvo. La filosofia della composizione

Il corvo. La filosofia della composizione
9,50 -5%   10,00 

Ordina ora per riceverlo venerdì 12 marzo. 

19 punti carta PAYBACK
Tascabile:
104 Pagine
Editore:
Bur Biblioteca Univ. Rizzoli
Pubblicato:
01/01/1997
Isbn o codice id
9788817171793

Descrizione

Racconta Edgar Allan Poe, nella sua "Filosofia della composizione" (riportata in questo volume), d'essersi un giorno deciso a scrivere qualcosa che commovesse l'animo dei lettori in modo irresistibile. Ebbe l'idea d'una creatura irragionevole che parlasse e ripetesse una parola, una parola sola, la più sconsolata, la più desolata, "Nevermore" ("Mai più, ora"). Quale poteva essere questa creatura? Un corvo, si rispose il poeta. Ma in quale situazione iscriverla? La più malinconica, si rispose ancora, e la più poetica: quella dove Marte si incrocia con la Bellezza in modo inestricabile. Insomma, un uomo piange la sua amata morta, e un corvo, con insistenza gli ripete: "Mai più, ora", tanto da incidere il dolore nel cuore di lui fino allo strazio più acuto. Nacque così, o così ha amato spiegarlo Poe ai suoi lettori, "Il corvo": un poemetto che è da considerarsi il codice del simbolismo e del decadentismo. Elizabeth Barrett, la poetessa inglese che avrebbe sposato poi Robert Browning, scrisse una lettera a Poe dopo aver letto "Il corvo" e gli disse: "So di persone che il 'mai più, ora' ha stregato... Alcuni miei amici ne sono atterriti.
Edizione con testo a fronte.