Torna indietro

Un diluvio di giornali. Modelli di satira politica in Europa tra '48 e Novecento

Un diluvio di giornali. Modelli di satira politica in Europa tra '48 e Novecento
12,00 -50%   24,00 

Ordina ora per riceverlo giovedì 20 maggio. 

24 punti carta PAYBACK
Brossura:
128 Pagine
Editore:
Skira
Pubblicato:
01/01/2007
Isbn o codice id
9788861302426

Descrizione

Nato nell'ottobre del 2002 con la finalità di raccogliere, conservare, valorizzare fondi bibliografici e archivistici di particolare pregio e rarità, il Centro Apice - Archivi della parola, dell'immagine e della comunicazione editoriale - ha soprattutto indirizzato il proprio impegno, nei primi annidi attività, nella raccolta e nella conservazione. In poco tempo, con acquisizioni (favorite dal contributo fondamentale della Fondazione Cariplo), donazioni, depositi in comodato, ha potuto allineare sui propri scaffali collezioni di libri e di periodici di particolare pregio e rarità, e archivi di indubbio interesse di editori, scrittori, artisti. Basti ricordare, per introdurre solo alcuni esempi, la grande biblioteca di libri antichi e moderni del medico Emilio Alfieri (tutta dedicata alla figura femminile); le prime edizioni della Biblioteca del Novecento di Sergio Reggi (dentro la quale hanno un particolare risalto sia i materiali più vari del futurismo sia i libri della letteratura per l'infanzia); o, ancora, la biblioteca Wick, con rari libri illustrati per bambini, pubblicati nell'Ottocento in Inghilterra e in Francia. E, sul versante degli archivi, le carte delle case editrici Scheiwiller e Ricciardi, quelle di Valentino Bompiani, degli scrittori Gina Lagorio e Antonio Porta, del pittore Gabriele Mucchi. È ora arrivato il momento della valorizzazione del patrimonio di Apice, perché non rimanga solo un grande 'deposito' destinato a conservare (e a preservare) nel tempo carte e libri, ma diventi un'occasione di studio e di nuove ricerche, sulle storie degli editori, degli scrittori, dei critici, dei traduttori, ma anche dei tipografi, dei grafici, degli illustratori. Proprio per far conoscere le collezioni e gli archivi di Apice a tutti coloro che sono interessati alla cultura della parola, dell'immagine, della comunicazione editoriale, si è deciso di dar vita ai "Quaderni di Apice", che, di volta in volta, offriranno descrizioni, ricerche, studi. Il primo "Quaderno" della serie, che raccoglie i contributi di giovani studiosi dell'Università degli Studi di Milano, rende conto della sperimentazione di un modello avanzato di catalogazione iconografica applicata a una specifica indagine sul nucleo di riviste di satira politica e di costume del Fondo Marengo, uno dei più ricchi e importanti del Centro Apice, con le sue cinquecentotrenta testate di periodici illustrati italiani e stranieri. (Alberto Cadioli)