Torna indietro

Il lato oscuro dell'Esercito romano. Gli ammutinamenti di epoca repubblicana

Il lato oscuro dell'Esercito romano. Gli ammutinamenti di epoca repubblicana
13,30 -5%   14,00 

Ordina ora per riceverlo martedì 1 febbraio. 

27 punti carta PAYBACK
Brossura:
192 Pagine
Editore:
Odoya
Pubblicato:
02/07/2020
Isbn o codice id
9788862886093

Descrizione

L'esercito romano. Un meccanismo perfetto. Una macchina da guerra capace di portare un piccolo popolo di pastori alla conquista dell'intero Mediterraneo, trasformandolo nel Mare Nostrum della tradizione. L'esercito di Scipione Africano, Caio Mario, Giulio Cesare è stato il modello sul quale si sono misurati tutti i successivi grandi eserciti della storia, da quello di Federico ii di Prussia a quello di Napoleone Bonaparte, ai famigerati eserciti tedeschi della prima metà del xx secolo. Ma come tutti gli eserciti, anche quello romano era fatto da uomini e, in quanto tale, aveva molti pregi ma anche numerosi difetti. Ammutinamenti, rivolte, diserzioni messi in atto per i più svariati motivi (dall'avidità alla codardia), hanno costellato l'intero arco cronologico dell'espansione romana. E proprio i più grandi fra i condottieri romani, pensiamo a Scipione o a Cesare, furono coinvolti in alcuni dei più celebri di questi casi. Attraverso un esame della casistica più conosciuta e degli episodi più sfuggenti, da ricercare nelle pieghe della storia, vedremo il passaggio da un esercito cittadino via via più specializzato a un vero e proprio esercito professionale, più efficiente, ma anche molto più difficile da controllare, come i lunghi secoli dell'Impero testimonieranno in modo indiscutibile. Non mancheranno delle appendici dedicate al wargame da tavolo e alla fiction, che hanno reso popolare fino ai giorni nostri le imprese dei soldati dell'aquila, ben al di là del ristretto novero degli storici di professione.