Torna indietro

A piedi a Roma con tre lama. Per strada ho trovato la vita vera

A piedi a Roma con tre lama. Per strada ho trovato la vita vera
18,90 -5%   19,90 

Ordina ora per riceverlo venerdì 3 giugno. 

38 punti carta PAYBACK
Rilegato:
256 Pagine
Editore:
Athesia
Pubblicato:
03/02/2021
Isbn o codice id
9788868395186

Descrizione

Scoprire il senso della vita lungo il cammino: Tre uomini partono dall'Alto Adige in compagnia di tre lama per andare in pellegrinaggio attraverso le Alpi. Vogliono raggiungere Roma per incontrare il Papa. Per l'autore Thomas Mohr sarà un viaggio alla ricerca del senso della vita... una storia commovente sulla fede, sull'amicizia e sulla consapevolezza che arrendersi non è un'opzione. Tre uomini e tre lama in un lungo pellegrinaggio di 1.070 chilometri a piedi per incontrare il Papa: decisamente un'idea folle! E lo pensano anche loro stessi, soprattutto Thomas Mohr che dopo essersi ammalato di cancro non è neppure in buone condizioni fisiche. I tre amici non sono i classici pellegrini. Ma più strada percorrono, più il viaggio diventa spirituale e influisce profondamente su di loro, soprattutto su Thomas Mohr. Lungo il cammino inizia a rasserenarsi, a sentire nascere dentro di sé una forza nuova. Molte delle sue occupazioni della vita quotidiana iniziano improvvisamente a perdere di significato e Thomas sente sempre più forte il bisogno di trovare il senso della vita. Il cammino non è facile ma i nostri tre procedono nonostante tutte le avversità. Attraversano montagne coperte di una fitta coltre di neve e arrivano a percorrere ben 48 chilometri in una sola giornata. A volte trovano un alloggio solo a tarda sera. Ma lungo la strada, i tre amici e i loro lama incontrano molte persone gentili e generose, tante porte aperte e numerose offerte di cibo e bevande. E alla fine giungono a Roma, in piazza San Pietro, dove li attende l'incontro con Papa Francesco a cui regalano una papalina di lana d'alpaca... "Quando con i nostri lama ci siamo ritrovati in piazza San Pietro ci siamo stretti forte la mano come amici che ce l'hanno fatta sotto tanti aspetti. In quel momento ci ha pervaso la consapevolezza di ciò che realmente ci ha regalato il cammino. Papa Francesco ci ha chiesto di pregare per lui. E credo di aver capito cosa intendesse dirci: 'Prendetevi cura dei vostri simili, prendetevi cura l'uno dell'altro!'".