Torna indietro

Per una rilettura di Mancini. Saggi sul diritto del Risorgimento

Per una rilettura di Mancini. Saggi sul diritto del Risorgimento
30,60 -15%   36,00 

Ordina ora per riceverlo venerdì 30 agosto. 

61 punti carta PAYBACK
Brossura:
640 Pagine
Editore:
Ets
Pubblicato:
10/10/2018
Isbn o codice id
9788846753540

Descrizione

Senza che l'interesse storiografico per Pasquale Stanislao Mancini (1817-1888) sia mai scemato dopo la sua scomparsa, nell'ultimo trentennio esso si è moltiplicato andando ben oltre quel principio di nazionalità e quella raffigurazione di specialista del diritto internazionale che sono stati a lungo il centro delle indagini sul giurista irpino. Crescente l'attrattiva per un personaggio che nel Risorgimento fu attore di primo piano nei molteplici aspetti della sua attività di cattedratico, avvocato, deputato e ministro. I contributi racchiusi in questo libro risentono delle prospettive recentemente aperte dagli studi di storia dell'università, dell'avvocatura, delle istituzioni. Entro il panorama ormai saldamente delineato dalla storiografia che ha abbandonato l'accostamento semplificatorio fondato sull'immagine di una scienza giuridica rinserrata e succube del dualismo tra scuola storica ed esegesi dei codici, l'intento è stato duplice: da un lato riandare ai percorsi del giurista di Castel Baronia, rileggerlo con nuove ricerche e secondo piste aggiornate; dall'altro farsi prendere la mano da una figura che considerava il sapere nel suo impatto pratico e lo elaborava e trasmetteva senza steccati in tutti i settori in cui si trovò impegnato (la cattedra privata e quella pubblica, l'aula del foro e quella del Parlamento, la carica ministeriale o la tribuna di una rivista). Una personalità di spicco che, con i suoi tratti speciali, ben si colloca da protagonista nello scenario della cultura giuridica dell'Ottocento e nel contempo contribuisce a farla comprendere.