Torna indietro

Il sindacato dei poliziotti yiddish

Il sindacato dei poliziotti yiddish
16,15 -15%   19,00 

Ordina ora per riceverlo lunedì 27 agosto. 

32 punti carta PAYBACK
Rilegato:
398 Pagine
Editore:
Rizzoli
Pubblicato:
01/01/2007
Isbn o codice id
9788817017237

Descrizione

Benvenuti nel Distretto federale di Sitka, in Alaska, dove il governo degli Stati Uniti ha accolto i sopravvissuti dell'Olocausto e di un'altra catastrofe: il crollo, nel 1948, del neonato Israele sotto l'attacco dei paesi arabi. A Sitka si parla yiddish e inglese (ma anche tedesco, ungherese, polacco, russo...), rabbini ultraortodossi governano veri e propri imperi criminali osservando scrupolosamente lo "Shabbat", e lo humour nero è una specie di antigelo indispensabile per affrontare le difficoltà dell'esistenza (perché "sono tempi strani per essere un ebreo"). A fare i conti con le macerie della propria vita è l'agente Meyer Landsman, che nel frattempo deve anche risolvere un caso di omicidio: è stato ucciso un campione di scacchi eroinomane, e forse dietro la sua morte c'è un'oscura cospirazione, o il nuovo esodo che incombe sugli ebrei di Sitka, o l'attesa del Messia. Sembra un noir anni Quaranta. È il nuovo, geniale romanzo di uno straordinario scrittore sull'identità, la patria, la fede, la speranza dell'amore.