Torna indietro

Una sola moltitudine. Testo portoghese a fronte. 1.

Una sola moltitudine. Testo portoghese a fronte. 1.
20,00 -20%   25,00 

Ordina ora per riceverlo mercoledì 2 febbraio. 

40 punti carta PAYBACK
Illustrato:
445 Pagine
Editore:
Adelphi
Pubblicato:
01/01/1979
Isbn o codice id
9788845903762

Descrizione

"Il nome di Fernando Pessoa esige di venir incluso nella lista dei grandi artisti mondiali nati nel corso degli Anni Ottanta: Stravinskij, Picasso, Joyce, Braque, Chlebnikov, Le Corbusier". Così ha scritto Roman Jakobson. Ma se, nel caso degli autori citati, l'opera è più nota, nel caso di Pessoa le scoperte e le sorprese sembrano non finire mai: dopo la sua morte (1935), fino a oggi, dal baule prodigioso dei suoi manoscritti sono continuati a uscire testi che rendono sempre più intricato e vertiginoso il mondo di questo scrittore, di cui si può dire - ed è una pura constatazione - che più che uno scrittore fu un'intera letteratura.
Si immagini infatti un Paese (il Portogallo) che vive per vent'anni (dal 1914 al 1935) un'età dell'oro della letteratura: poeti, saggisti, prosatori, dalle fisionomie inconfondibili e a volte incompatibili, tutti però di altissima qualità, vi operano insieme, si incontrano, si scontrano. Uno sperimentatore violento e straripante, suscitatore di avanguardie, come Alvaro de Campos, un desolato nichilista come Bernardo Soares, un poeta metafisico ed ermetico come Fernando Pessoa, un neoclassico come Ricardo Reis e, dietro a tutti, un maestro precocemente scomparso: Alberto Caeiro. Ebbene: tutti questi autori, tutte queste opere, tutti questi destini furono 'una sola moltitudine', perchè nascevano tutti dall'invenzione dissociata e proliferante di una sola persona, l'anagrafico Fernando Pessoa, oscuro impiegato di una ditta di Lisbona, dove aveva l'incarico di scrivere lettere commerciali in inglese. E quelli che abbiamo citato sono solo i più importanti fra gli scrittori 'inventati' da Pessoa: finora i suoi manoscritti hanno rivelato tracce e frammenti di ventiquattro autori.
"Sii plurale come l'universo!" sembra essere stato l'imperativo unico di Pessoa. Nato con una "tendenza organica e costante alla spersonalizzazione e alla simulazione", Pessoa ha spinto quella pratica della dissociazione che è all'origine di tutta la [...]