Torna indietro

Una sola vita. Otto destini ai tempi del nazismo

Una sola vita. Otto destini ai tempi del nazismo
8,25 -50%   16,50 

Ordina ora per riceverlo martedì 26 ottobre. 

16 punti carta PAYBACK
Libro:
281 Pagine
Editore:
Garzanti Libri
Pubblicato:
03/06/2002
Isbn o codice id
9788811665083

Descrizione

Tom Lampert ricostruisce in base a documenti d'archivio e uno sguardo lucido e distaccato, le vite di otto tra uomini e donne (più un cane che per un certo periodo visse nei Lager e che poi venne studiato anche dal Premio Nobel Konrad Lorenz) nella Germania nazista, prima e durante la guerra e, per i sopravvissuti, anche negli anni successivi. C'è Mirjam P., la ragazzina 'difficile' (e per di più ebrea) che nel 1936 i genitori rimandano dalla Palestina in Germania e che verrà stritolata dai giudici e dagli psichiatri dello stato totalitario, fino a essere uccisa nelle camere a gas. C'è Wilhelm K., da sempre feroce antisemita, nazista della prima ora, che però si scontra con le SS al momento dello sterminio degli ebrei e viene ucciso in un attentato. Karl L. è il capo della polizia ebrea prima nel ghetto di Minsk (dove viene salvato proprio da Wilhelm K.) e poi a Theresienstadt: verrà processato e condannato, ma sopravvivrà fino all'arrivo dei russi, che lo terranno prigioniero per due anni; emigrerà in Australia e per lunghi anni cercherà di ottenere il risarcimento dovuto alle vittime del nazismo. Non sono i grandi protagonisti della loro epoca, e non sono certo eroi. Sono individui qualsiasi, che negli anni Trenta avremmo potuto incontrare nelle strade di Berlino o in una bottega a Francoforte. Proprio per questo le loro vicende sotto una dittatura criminale ci permettono di decifrare un mondo: quello costruito da milioni di uomini e donne nelle attività quotidiane e nelle scelte irrevocabili, nelle piccole rinunce e nei controlli sempre più invadenti delle autorità, nei silenzi e nelle ribellioni, e nei momenti che segnano la storia.