Torna indietro

Il trionfo della moltitudine. Forme e conflitti della società che viene

Il trionfo della moltitudine. Forme e conflitti della società che viene
12,35 -5%   13,00 

Ordina ora per riceverlo mercoledì 15 dicembre. 

25 punti carta PAYBACK
Libro:
136 Pagine
Editore:
Bollati Boringhieri
Pubblicato:
01/01/1996
Isbn o codice id
9788833909813

Descrizione

Crisi della politica, caduta delle forme di convivenza, declino delle appartenenze di classe e di popolo, fino all'apparire dei processi di spaesamento e di sradicamento prodotti nella società competitiva dalla mondializzazione dell'economia: questi i temi che Aldo Bonomi affronta in modo nuovo. Se globale e locale sembrano oggi i soli spazi fondamentali per l'essere impaurito di fronte a un futuro incerto, è invece nel 'glocale', cioè in un locale attraversato dalla globalità, che va cercata una dimensione del conflitto e del mutamento diversa dall'accettazione del presente, cui l'autore non si rassegna. Il libro comincia con l'individuare, alla fine del Novecento, una dimensione del tempo sociale caratterizzata dal 'non più' e dal 'non ancora' (finite le opposizioni cui eravamo abituati, vediamo solo i primi passi della società che viene), e pone il problema: c'è un percorso che permetta di andare oltre la disperazione del guardarsi indietro e la seduzione dell'immergersi nel presente? Sarà la 'società di mezzo', intesa sia come composizione sociale (la nuova classe media) sia come luogo intermedio della rappresentanza il soggetto in mutamento nella transizione dal fordismo al postfordismo, transizione caratterizzata dall'emergere della 'moltitudine' indistinta (altra cosa rispetto alla folla e alla massa delle analisi tradizionali). Ma, contro la corrente apologia della smaterializzazione del lavoro o addirittura della sua fine, egli riconosce il conflitto che si fonda sull'emergere, tra il locale e il globale, di 'luogo di non identificazione' in cui si può vedere il tentativo estremo di sottrarsi al divenire moltitudine.