Torna indietro

L'uomo sconfinato. Perché una vita senza limiti non rende liberi, bensì schiavi

L'uomo sconfinato. Perché una vita senza limiti non rende liberi, bensì schiavi
17,10 -5%   18,00 

Ordina ora per riceverlo mercoledì 28 ottobre. 

34 punti carta PAYBACK
Brossura:
224 Pagine
Editore:
Sensibili Alle Foglie
Pubblicato:
13/08/2020
Isbn o codice id
9788832043433

Descrizione

Viviamo in un mondo senza limiti. Ciò che finora sembrava impossibile per via delle limitazioni del mondo reale, si conquista un posto nell'esistenza per mezzo di simulazioni e virtualità. Il desiderio contemporaneo di sconfinamento mira a una vita senza regole, misure né rispetto dei limiti. Per ottenere questa nuova qualità della libertà, l'uomo sconfinato ricorre a un "doping" dell'anima. Questo è il tema sviluppato da Rainer Funk nel solco della psicologia sociale di Erich Fromm. Egli descrive i processi di sconfinamento nel mondo dell'economia, del lavoro e nella società, e mostra le conseguenze psicologiche di tale debordamento della personalità. Un desiderio di sconfinamento, eliminando o rinnegando tutto ciò che ha dei limiti, conduce sì - come l'utilizzo di stupefacenti - a un'accresciuta esperienza soggettiva di libertà, ma ciò avviene al costo di maggiori dipendenze. Chi vuol essere libero di vivere una vita attiva e autonoma ha bisogno di avere dei limiti, ed è qui chiarito cosa significhi dal punto di vista della psicologia dello sviluppo e dell'educazione.