Torna indietro

La viva parola. Saggi sulla lingua scritta tra Ottocento e Novecento

La viva parola. Saggi sulla lingua scritta tra Ottocento e Novecento
22,80 -5%   24,00 

Ordina ora per riceverlo mercoledì 27 gennaio. 

46 punti carta PAYBACK
Brossura:
308 Pagine
Editore:
Biblion
Pubblicato:
29/05/2020
Isbn o codice id
9788833830513

Descrizione

L'8 ottobre 1872, a Brusuglio, Alessandro Manzoni incontra un gruppo di giovani, guidati da Giulio Tarra, dell'Istituto dei Sordomuti di Milano: «i più miserabili tra i disgraziati [...] raccolti ed istruiti a parlare ed a leggere dal labbro e, con questo mezzo, a pensare, a conoscere e ad esprimersi». L'idea di una moderna formazione alla lingua è in quel gruppo di giovani pienamente attuata, traguardo esemplare per una società che si sente invitata a cercare la «vera parola, parola sentita, intesa, viva». In questo percorso si attua una delle direttrici di diffusione della lingua italiana, che tra Ottocento e Novecento si rivela bene desiderato e atteso da classi sociali finalmente chiamate a prendere parte alle vicende di una realtà più complessa. Con forme e con modalità differenti, donne e uomini rimasti fino a quel momento "ai margini" chiedono di partecipare, attraverso una parola che sia appunto «viva», a un progetto davvero condiviso.